"Il cammello è passato per la cruna dell'ago". Agostino Burberi ricorda don Milani

Agostino Burberi, nato a Barbiana nel 1946 e allievo di don Milani, è stato il protagonista del commosso ricordo inserito nel ciclo di incontri di "Cittadellascolta", che ha visto tra i suoi protagonisti anche il regista Pupi Avati, dedicato al tema "La speranza scartata".
Riascolta l'incontro in podcast.

"Il cammello è passato per la cruna dell'ago". Agostino Burberi ricorda don Milani

Nato a Barbiana nell'agosto del 46, Agostino Burberi ha svolto attività di sindacalista per la Cisl nel settore tessile. Successivamente è divenuto imprenditore, fondando insieme con alcuni colleghi e dirigendo la catena di agenzie di viaggio Le Marmotte. Attualmente è vicepresidente della Fondazione “Don Lorenzo Milani”.

All’età di otto anni è stato uno dei primi sei ragazzi della scuola di Barbiana, fondata da don Lorenzo Milani nel 1956.
La scuola di Barbiana partiva dall’assunto: ”La cultura vera...è fatta di due cose: appartenere alla massa e possedere la parola” ed ancora “La cultura è una cosa meravigliosa come il mangiare ma chi mangia da solo è una bestia, bisogna mangiare insieme alle persone che amiamo e così bisogna coltivarsi insieme alle persone che amiamo”.

Il titolo dell’incontro è tratto dalle ultime parole di don Milani, nato in una famiglia ricca che lasciò per vivere la sua missione di prete tra gli scartati, prima della morte.

Riascoltalo in podcast

Tutti i diritti riservati
Parole chiave: don-milani (5), burberi (1), barbiana (5), cittadellascolta (4), cittadella (30)
"Il cammello è passato per la cruna dell'ago". Agostino Burberi ricorda don Milani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.