L'Immacolata in Seminario: l'«eccomi» di Maria risuona nella vita di adolescenti e giovani

Venerdì 8, solennità dell’Immacolata, in seminario maggiore saranno conferiti dal vescovo i ministeri del lettorato e accolitato ad alcuni seminaristi e candidati al diaconato permanente, mentre in seminario minore saranno accolti due nuovi ragazzi alle superiori

L'Immacolata in Seminario: l'«eccomi» di Maria risuona nella vita di adolescenti e giovani

La solennità dell’Immacolata è un appuntamento centrale nel cammino formativo delle comunità del seminario minore e maggiore di Padova. L’«eccomi» di Maria raccontato dal vangelo del giorno risuona in modo tutto particolare nella vita degli adolescenti e dei giovani che stanno compiendo un discernimento vocazionale.

Venerdì 8 dicembre, alle 9.30 nella chiesa del seminario maggiore, si terrà l’eucaristia in cui il vescovo Cipolla conferirà i ministeri del lettorato e accolitato a quattro alunni del seminario e a quattro candidati al diaconato permanente. Diventeranno lettori Lazare Korto, seminarista originario dal Togo in cammino verso il presbiterato, insieme a Giorgio Berton e Pietro Ventura, entrambi di Cittadella, candidati al diaconato permanente.

I nuovi accoliti invece saranno Marco Bertin (di Perarolo di Vigonza), Eros Bonetto (Bronzola di Fiumicello) e Pierclaudio Rozzarin (Cristo Re in Padova), alunni del seminario. A loro si uniranno Claudio Colombara (Candiana) e Andrea Negrin (San Bellino in Padova) candidati al diaconato permanente.

Il conferimento dei ministeri del lettorato e dell’accolitato costituisce una tappa fondamentale nel cammino verso il diaconato e il presbiterato. Nel rito di istituzione, ai lettori viene consegnata per le mani del vescovo la Sacra scrittura, con l’impegno di trasmettere fedelmente la parola di Dio attraverso una testimonianza coerente e coraggiosa. Nel rito di conferimento del ministero dell’accolitato il vescovo consegna il calice e la patena, ad indicare il ruolo degli accoliti nella celebrazione eucaristica e il loro servizio nella logica del dono totale di sé, della gratuità e della comunione.

È tradizione che in seminario minore, il giorno dell’Immacolata, vengano accolti i nuovi ragazzi che entrano a far parte della comunità, iniziando il cammino di ricerca vocazionale. Alle 11.30, nella chiesa del seminario di Rubano, partirà una processione che porterà i seminaristi, le famiglie e gli educatori davanti alla statua della Vergine che si trova nel cortile interno della struttura. Dopo il pranzo comunitario, alle 15.45, il rettore don Giampaolo Dianin presiederà l’eucaristia con l’accoglienza dei due nuovi seminaristi delle superiori. Alle famiglie dei due ragazzi sarà consegnato il progetto educativo del seminario minore, che presenta le linee guida per il cammino di maturazione dei seminaristi nelle dimensioni spirituale, umana, culturale e vocazionale. L’«eccomi» che pronunceranno i due nuovi seminaristi sarà accompagnato dall’atto di affidamento di tutta la comunità all’Immacolata.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
L'Immacolata in Seminario: l'«eccomi» di Maria risuona nella vita di adolescenti e giovani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.