Cultura&Tempo libero

Il coro San Marco di Camposampiero, formato da una ventina di persone che ogni domenica anima la messa a Camposampiero, festeggia il venticinquesimo di attività con un concerto e il lancio di un cd.

Al "Crex", il cineforum del cinema Rex di Padova, a cadenza periodica gli spettatori possono scegliere che film vedere tramite un sondaggio via whatsapp. L'obiettivo del cineforum è di valorizzare i film nuovi ma "invisibili", che non sono rimasti sugli schermi cittadini il tempo sufficiente per essere apprezzati dal grande pubblico.

Sabato 21 ottobre, dalle 21 sul palco del teatro dell'Opsa di Sarmeola di Rubano, quattro cori, tra cui il Lavaredo (ideatore della rassegna) si cimenteranno con i propri repertori di canti popolari, lirici e moderni.

Typo Junior è un progetto del laboratorio tipografico La’Mas di Piove di Sacco dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni per far conoscere loro la storia della stampa tipografica attraverso il gioco: con attività pratiche e ludiche imparano i principi base di composizione e di stampa con i caratteri mobili e condividono un’esperienza artigianale, da riprodurre anche a casa.

Non solo cinema al Rex, la sala della comunità più vecchia di Padova. È in corso, infatti, la rassegna di teatro, canzoni e immagini "E qualcosa rimane", a cura del direttore artistico Charlie Agostini: otto spettacoli fino al 10 marzo 2018. È da domenica 22 ottobre a domenica 4 marzo invece c'è la rassegna di teatro-ragazzi "C'era una volta un Rex".

La 61stagione degli Amici della musica di Padova si apre al Pollini mercoledì 25 ottobre nel segno di Johann Sebastian Bach e prosegue con un pregevole repertorio di recital pianistici e concerti di formazioni cameristiche. 

“Limenamente Teatro” torna a scaldare l’autunno padovano con un cartellone di spettacoli che punta sulla novità (tra prime e nuove produzioni) e il buonumore, senza mai tralasciare di far riflettere e di promuovere la cultura.

Una casa del Seicento testimone delle storie, degli espropri, e purtroppo anche delle sofferenze che portarono alla realizzazione della Zona Industriale di Padova. Francesco e Maria Pagnin, con i figli e un gruppo di appassionati sostenitori hanno fatto di questa casa il Circolo Wigmam “il Presidio”, animandolo di iniziative culturali e destinando a orti collettivi un vicino campo abbandonato, anch’esso espropriato ma mai utilizzato dalla Zip, dove ha trovato posto l’attività di una schiera di appassionati “neoruralisti”.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online