Paolo Fresu inaugura il festival "Scene di paglia"

Casoni, idrovore, corti benedettine, ville, scuderie e piazze della Saccisica, tra terra e acqua, ospiteranno la nona edizione di "Scene di paglia, festival dei casoni e delle acque". Dal 24 giugno al 2 luglio, tra Padova e Venezia.

Paolo Fresu inaugura il festival "Scene di paglia"

Il futuro è il filo conduttore della nona edizione di "Scene di paglia, festival dei casoni e delle acque" in programma nel territorio della Saccisica dal 24 giugno al 2 luglio. Casoni, idrovore, corti benedettine, ville, scuderie e piazze ospitano spettacoli di prosa, di teatro, di narrazione e di musica selezionati dal direttore artistico Fernando Marchiori.

«La speranza – racconta Marchiori – è di suggerire al pubblico una riflessione sul nostro futuro per cercare di costruirlo con fiducia e coraggio attraverso un ideale viaggio nel passato alla ricerca del punto esatto in cui qualcosa si è incrinato».

“Ricordare il futuro” è il tema scelto per questa edizione che si apre con un'anteprima musicale sabato 17 giugno nella suggestiva piazza Vittorio Emanuele II di Piove di Sacco con il concerto di Paolo Fresu devil quartet, un viaggio musicale tra Africa e mondo occidentale attraverso il jazz, il rock e il meticcio.

Segue, sabato 24 presso il casone Ramei di Piove di Sacco, Marco Paolini con Maratona numero primo, un progetto speciale, pensato per Scene di paglia, che esplora il nostro rapporto con la tecnologia e l’intelligenza artificiale.
Domenica 25 il casone Ramei ospita The hard way to understand each other, l’universo interiore raccontato attraverso i corpi di cinque attori.
Lunedì 26 è protagonista la vicenda umana e sportiva del pugile di origine sinti Johann Trollman detto Rukeli, a seguire “Oltreconfine”, concerto jazz manouche e multietnico del Note noir quartet.

Martedì 27, al casone Azzurro di Arzergrande, va in scena la formazione svizzera Compagnia Baccalà con Pss Pss spettacolo vincitore di dodici premi internazionali.
La corte Benedettina di Legnaro ospita mercoledì 28 Con il cielo e le selve omaggio a Mario Rigoni Stern.
Giovedì 29, Vincenzo Pirrotta, a Ca’ Sagredo (Conselve), racconta Il furioso Orlando.
Venerdì 30, alla storica idrovora di Codevigo, il festival propone il film documentario L’urlo dell’acqua, un tentativo di trasformare in memoria collettiva l’esperienza dell’alluvione de 1966. A seguire Carmen che non vede l’ora della compagnia Bartolini Baronio, il viaggio di una donna alla ricerca della libertà, del proprio corpo e del proprio posto nel mondo.
Sabato 1 luglio, alle scuderie La Gardesana di Sant’Angelo (eccezionalmente aperte per l’occasione), va in scena Lireta. A chi viene dal mare un progetto di Mario Perrotta tratto dalla storia vera di una donna albanese avventurosamente arrivata in Italia.
Chiude il festival, il 2 luglio ai casoni della Fogolana di valle Millecampi di Codevigo, il concerto di parole e suoni L’angelo abietto dedicato a Chet Baker.

«Nei dettagli si nasconde la qualità di questo festival – fa notare Marchiori – Come la carta scelta per il materiale divulgativo che è ecologica e prodotta dalle alghe infestanti della laguna di Venezia. Il catering delle serate al casone Ramei di Piove di Sacco è Chef in viaggio che nell’intervallo tra gli spettacoli propone al pubblico cucina itinerante di alta qualità. La visita all’idrovora di Santa Margherita, in occasione dello spettacolo del 30 giugno, e l’escursione in canoa e la passeggiata in valle in programma a Codevigo il 2 luglio prima dello spettacolo».

Il festival dei casoni e delle acque, nato nove anni fa all’ombra dei tetti di paglia dei casoni piovesi, che ne hanno ispirato il nome, è oggi un appuntamento culturale conosciuto anche a livello nazionale tanto da essere stato scelto dal network Lettera 22 per ospitare nel 2018 la finale del premio giornalistico di critica teatrale under 36.
Informazioni e biglietti www.scenedipaglia.it

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: scene-di-paglia (1), saccisica (4), teatro (37), musica (37), paolo-fresu (1)
Paolo Fresu inaugura il festival "Scene di paglia"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.