Ammonire! Che verbaccio! In uno scambio con alcuni amici sono venuti a galla i pochi significati ancora in uso nella vita quotidiana. L’arbitro, nelle partite, ammonisce chi non rispetta pesantemente le regole del gioco, in particolare offendendo o facendo male. Anche nel rapporto di lavoro si può chiamare ammonizione ciò che precede la sanzione disciplinare.

Perdere, cercare, trovare Giovanni, il mezzano dei nostri tre figli, quattro anni, fra le bancarelle della festa paesana in Svizzera: minuti interminabili di ricerca spasmodica, gridando il suo nome; poi l’abbraccio, la gioia singhiozzata, il racconto a chi non era con noi, rivivendo quegli attimi di angoscia con gli occhi che brillano e il cuore in festa. Cuore di madre, cuore di padre. Pensavo di rimproverarlo perché si era allontanato, eppure gli avevo detto di darmi la mano in mezzo alla folla; ma ora siamo di nuovo insieme, tutto è dimenticato.