Ricompensa nei cieli? Per secoli si è creduto che la fede cristiana chiedesse alle persone di sopportare qualsiasi cosa in vista di un bene che sarebbe arrivato dopo. Così il cristianesimo è stato definito “oppio dei popoli”. Ma è questo che intendeva Gesù in quest’ultima beatitudine? Voleva dirci che saremo felici, beati, fortunati quando dicono male di noi, ci insultano o addirittura ci uccidono per la nostra fede perché riceveremo una ricompensa quando saremo morti?

Ricordo mia figlia da piccola, una domenica in chiesa, che mi dice: «Mamma, ma dov’è Dio? Se fosse qui dovrei vederlo! Dov’è? Dov’è?» e intanto con le mani stringe l’aria quasi volesse acchiapparlo questo Dio invisibile e misterioso. A volte come i bambini, e ancor più come gli adolescenti, anche da adulti ci perdiamo in discussioni filosofiche su Dio, la sua esistenza, la sua presenza.