Cominciamo bene! Visitare i carcerati: forse l’opera di misericordia più difficile, almeno per me. Ho cercato di trovare delle spiegazioni simboliche, delle vie di uscita che mi semplifichino la fatica. Non ci sono! Visitare: non è pregare, ricordare, conoscere, informarsi ... è visitare.

Trovo questa una delle pagine più schiette e dirette del vangelo! Ci dice chiaramente e senza sconti come vivere il sacrificio e la preghiera. Poche e chiare regole necessarie affinché la nostra relazione con il Signore sia vera. Se le leggo lentamente e con attenzione non posso non chiedermi come io viva l’elemosina, la preghiera, il digiuno e perché scelgo di compierli. Nel donare qualcosa al fratello, cosa mi muove?