L'editoriale di dicembre

Venticinque anni fa è nata la mia prima figlia. Ricordo bene il giorno in cui, dopo le feste e le visite di parenti e amici, mi sono ritrovata con lei da sola. Tenendola in braccio, mentre si addormentava, le ho detto: «Non mi libererò mai più di te» percependo che la mia vita era irrimediabilmente cambiata e che la mia libertà da quel momento aveva un’altra faccia.

L'editoriale di dicembre

Venticinque anni fa è nata la mia prima figlia. Ricordo bene il giorno in cui, dopo le feste e le visite di parenti e amici, mi sono ritrovata con lei da sola. Tenendola in braccio, mentre si addormentava, le ho detto: «Non mi libererò mai più di te» percependo che la mia vita era irrimediabilmente cambiata e che la mia libertà da quel momento aveva un’altra faccia. Da allora molte volte mi sono trovata a vivere questa esperienza: ogni legame ha portato gioia, calore, pienezza e anche impegno, fatica, preoccupazione; mi sono accorta che quando una persona diventa importante per me, gioisco e soffro con lei diventando più vulnerabile.
Durante l’anno santo è stato un vero regalo scoprire che la parola “misericordia” rimanda a una preziosa parte del corpo, dove le mie figlie sono state accolte e nutrite prima di nascere, l’utero. La bibbia usa questa parola per raccontare l’amore di Dio: il Signore ama con il punto più morbido del corpo, per comprenderlo guardo le mamme con i loro figli, come nelle testimonianze raccolte in questo numero di Dall’alba al tramonto. Anche Dio si lega a me, si lega ad ogni uomo, ad ogni donna e in questi legami si rende vulnerabile, perché non è suo il cuore duro. Proprio Dio ha scelto il rischio di amare teneramente e indica questa strada alla mia umanità.

scarica la pagina in pdf

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Allegato 12atpag01.pdf (654,09 kB)
L'editoriale di dicembre
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.