Il movimento del neo presidente ha conquistato la maggioranza assoluta dei seggi all’assemblea generale. Bassissima l’affluenza: al voto il 35 per cento degli aventi diritto contro il 40 per cento del primo turno. Eletta Le Pen, 30 deputati per Melenchon.

Dopo il voto legislativo dell'8 giugno, Londra e Bruxelles avvieranno i negoziati per il recesso dell'isola dalla "casa comune", cui era approdata nel 1973. Le ragioni che hanno portato al referendum britannico del 23 giugno scorso, i temi delle trattative e gli obiettivi che si prefigge l'Unione europea. A partire dalla tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini europei.

Il Presidente della Conferenza episcopale venezielana, mons. Pàrdon con gli altri pastori in visita da Bergoglio, illustra la gravissima situazione del Paese e le possibili vie d’uscita. «La mediazione deve ripartire dalle quattro richieste della lettera del cardinale Parolin del 1° dicembre: i canali umanitari, il riconoscimento dell’Assemblea nazionale, il rilascio dei prigionieri politici e un processo elettorale».

Il presidente Usa rinnega la politica obamiana e prende posizione con i sauditi e contro gli ayatollah di Teheran, colpiti nei giorni scorsi da un duplice attentato suicida. Un elemento in più che contribuisce all'alta tensione in tutta la regione.

Pensava di dominare, ha perso terreno e resuscitato i Laburisti. Ora i Conservatori le faranno pagare pegno, mentre il cammino della Brexit si annuncia ancor più scivoloso.

I foreign fighters made in Italy come il giovane Youssef Zaghba del London Bridge, non sono molti ma non colpiscono l’Italia. I motivi sono due, spiega in questa intervista Paolo Branca. Il primo è che il nostro Paese è una passarella che si attraversa anche abbastanza facilmente e far saltare questo corridoio non conviene a nessuno. Il secondo motivo è legato alla criminalità organizzata che "aiuta questo traffico umano e probabilmente nell’aiutarlo pone delle condizioni, tra cui quella di non colpire l’Italia, le chiese, il Papa".

In occasione dell'incontro mondiale dei giovani del Sermig proprio a Padova lo scorso maggio, abbiamo intervistato Paul Bhatti, fratello maggiore di Shahbaz Bhatti, politico pakistano, cristiano cattolico, assassinato dai fondamentalisti nel 2011.

I terroristi “non devono trovare un posto in cui nascondersi”. “È interesse di tutti noi fermarli". Parte da qui la campagna lanciata dal “Muslim Council of Britain” in tutte le moschee e associazioni islamiche del Paese a essere vigilanti, collaborare con le forze dell'ordine e denunciare le attività sospette.
Intervista a Talha Ahmad: "Londra rimarrà unita perché abbiamo molte più cose che ci uniscono rispetto a quelle che ci dividono".

Ventinove anni e una vita straordinaria. Clemantine, nei giorni scorsi a Padova, ha lasciato anche nella città del Santo un segno indelebile ai piccoli studenti che ha incontrato. dopo la fuga dal genocidio, l'approdo a Chicago, la vittoria al concorso indetto da Oprah Winfrey e la laurea a Yale. Nel 2011 Obama la nomina nel board del museo dell'Olocausto a Washington. «Il mio scopo nella vita è ricordare alle persone che ci sono altri che stanno lottando per esistere in spazi di guerra e povertà. Voglio prendere lo stereotipo di quello che è un rifugiato o un sopravvissuto di guerra e dire: “Io sono io”».

All'appuntamento elettorale il Regno unito si presenta con diverse incognite, tra cui l'appeal elettorale della premier May che appare in netta flessione, dopo i fatti di Manchester. In crisi anche l’economia del paese. La Bank of England ha rivisto in negativo le stime di crescita e si attente il “trasloco” di molti istituti finanziari dalla City al Continente. Scricchiola l’assetto istituzionale britannico con la Scozia che ripensa all’indipendenza.