La guerra in Siria non è ancora finita ma la situazione si sta lentamente normalizzando. La testimonianza del frate francescano del Convento della Conversione di san Paolo a Damasco, sulle prospettive per il paese e per la minoranza cristiana.

La Giordania, piccolo Paese mediorientale che accoglie oltre 7.600 profughi, soprattutto siriani ed iracheni, è stata la cornice di Migramed 2017. Una tre giorni durante la quale le Caritas della regione Medio Oriente e Nord Africa, insieme ad alcune Caritas europee, hanno fatto il punto sulla difficile situazione dei migranti e rifugiati. Molte le peculiarità registrate nei vari Paesi che hanno preso parte all'iniziativa promossa da Caritas Italiana.

Niente soluzioni "all'italiana". Brexit means Brexit (Brexit vuol dire Brexit) e lo ha ribadito recentemente Theresa May, quando ha dichiarato che la Gran Bretagna uscirà dall’Ue il 29 marzo 2019 ed è dunque necessario definire in fretta i termini del divorzio. 

Perché si ritorni nella Piana di Ninive, nel Kurdistan iracheno, serve sicurezza. Il rischio che riprenda l’esodo è reale e questa volta sarebbe letale per la sopravvivenza del cristianesimo in Iraq

Domenico Cappuzzo non fu un padre tenero: interpretò il suo ruolo genitoriale con rigore, come si usava a quel tempo, in famiglia e a scuola. Una severità che usava con le figlie Lidia e Ines, e con il figlio Ugo, intelligente e vivace, nato l’1 gennaio 1907, che soffrì particolarmente le regole ferree e le dure punizioni, solo in parte temperate dalla dolcezza materna. Andava a rifugiarsi in cima a un albero del giardino e progettava di scappare. Fuggì lontano, appena laureato in medicina il 5 luglio 1932. A Padova aveva conosciuto Galeazzo Ciano che nel 1930 era stato nominato console generale a Shanghai. Così Ugo si sposò a San Nicolò con Clara Anita Matteis, conosciuta a una festa studentesca, e partì per la Cina sul piroscafo Gange, ex Kaiser Franz Josef I della marina austro-ungarica, passato al Lloyd Triestino.

L’ordine dei frati minori è in Terra Santa da 800 anni. Era infatti il 1217 quando, su decisione del Capitolo generale, si articolò in province, fra cui quella “di Oltremare”, successivamente denominata di “Terra Santa”.  La Provincia di Oltremare fu visitata da san Francesco fra il 1219 e 1220. Fu l’occasione quando il santo d’Assisi incontrò il sultano Malik al-Kamil nel delicato contesto delle Crociate, chiedendo il permesso per sé, i suoi confratelli e i pellegrini di visitare la Terra Santa.

 "Una goccia di latte", progetto della fondazione pontificia Aiuto alla chiesa che soffre, assicura ogni mese latte in polvere 2.850 bambini sotto i dieci anni. Ne parliamo con il vicario apostolico latino di Aleppo, mons. Georges Abou Khazen.