Un sentiero di pace sui luoghi della guerra

Un percorso di circa 100 chilometri tra trekking e arrampicate che collega 12 vie ferrate in Italia e Austria nelle province di Belluno e Bolzano e il distretto di Lienz. 

Un sentiero di pace sui luoghi della guerra

Si chiama “Dolomiti senza confini” il progetto promosso dalla Provincia di Belluno, dall’associazione turistica Sesto e da Alpenverein Austria, che viene inaugurato il 9 giugno con l’obiettivo di trasformare, nel centenario della fine della Prima guerra mondiale, i luoghi storicamente significativi con gallerie e trincee in un punto di incontro e di pace.

Nelle aree interessate al progetto furono infatti realizzati durante la prima guerra mondiale, dall’esercito italiano e austriaco, numerosi percorsi attrezzati sul Monte Paterno, Torre Toblin, Cima Undici, Croda Rossa di Sesto, Monte Cavallino. Quanto rimasto di queste opere è stato poi trasformato in percorsi attrezzati di interesse storico.

Dolomiti senza confini” si sviluppa in otto tappe, ciascuna percorribile in una giornata di cammino da escursionisti esperti.
Si parte dal rifugio Lunelli al Rifugio Carducci, da questo alle tre cine di Lavaredo per arrivare come terza tappa al rifugio Comici. La quarta tappa porta ai rifugi Rudi e Prati di Corda Rossa, con la quinta si torna al rifugio Berti per affrontare la ferrata Zandonella. La sesta tappa comprende quella del monte Cavallino fino all’Obstanser See-Hutte, in Tirolo.
La settima tappa porta al Rifugio Porzehütte attraverso la via ferrata Corrado D'Ambros e si conclude al rifugio Filmoor-Standschützenhütte.

I promotori dell’iniziativa hanno ottenuto un finanziamento europeo per la spesa di circa 200mila euro che servirà per la segnaletica e la sostituzione di ponticelli, scalette e corde lungo i percorsi attrezzati.
Le vie ferrate saranno collegate da percorsi esistenti e altri indicati come alternativi ai tratti più impegnativi per mettere il percorso alla portata di un pubblico più vasto di appassionati.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: Prima-guerra-mondiale (3), alpinismo (1), Dolomiti (3)
Un sentiero di pace sui luoghi della guerra
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.