Medici senza Frontiere. "A Raqqa c'è desiderio di normalità"

Dopo essere stata liberata dal Califfato islamico, la città vuole ricominciare a vivere. Intervista a Enrico Vallaperta, infermiere che con Medici senza frontiere ha prestato servizio per tre mesi in Siria alla popolazione stremata dalla guerra e dalle mine.

Medici senza Frontiere. "A Raqqa c'è desiderio di normalità"

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito