Archivio servizi

Saranno relatori come il card. Peter Turkson, il magistrato Gherardo Colombo, il docente di etica teologica Antonio Autiero, il segretario generale della fondazione Lanza Lorenzo Biagi a compiere un cammino iniziato nel 2012 con un'intuizione dei ricercatori della Lanza. L'esperienza sociale, è la premessa, ha bisogno alla base di una ricca riflessione morale. Occorrono insomma parole potenti, moralmente dense, articolate ed incisive, per radicare in profondità la responsabilità: un’etica civile.
L'appuntamento milanese, anticipato dall'udienza del Capo dello stato dello scorso 14 marzo, sarà visibile anche in streaming su www.forumeticacivile.com

L’acqua, in particolare – di cui il 22 marzo ricorre la Giornata mondiale istituita dalle Nazioni unite – rappresenta uno dei principali elementi di tensione e di conflittualità tra paesi come conseguenza del fatto che quattro persone su dieci nel mondo vivono in bacini fluviali condivisi da due o più nazioni e che, già oggi, il cambiamento climatico ha ridotto del 20 per cento le risorse idriche mondiali. Proprio la scarsità d’acqua è alle radici di una delle più cruente guerre in corso quella siriana.

Da qui al 15 giugno saranno ben mille i comuni italiani saranno chiamati alle urne per rinnovare le proprie amministrazioni. Tra questi c'è Padova, ma anche altri centri importanti del tessuto locale diocesano, come Thiene, nel Vicentino. L'analisi di Paolo Giaretta su come si sono comportati dieci mesi fa gli elettori di tutto lo stivale, e in particolare quelli di casa nostra, risulta oggi particolarmente interessante.

Con l’economia circolare le nostre società sono chiamate a superare il tradizionale processo produttivo lineare –estrazione, produzione, discarica- per adottare un modello economico e sociale dove i materiali e il loro relativo valore viene mantenuto il più a lungo possibile all’interno di un circuito virtuoso di produzione, utilizzo, recupero per garantire una maggiore efficienza nell’uso delle risorse e una riduzione del consumo di natura e dell’inquinamento. Un modello ineludibile per i futuro che fa la sua comparsa per la prima volta in Italia nel collegato ambientale 2015, che contempla anche incentivi al baratto e all'utilizzo della bici per gli spostamenti casa-lavoro.

Gianni Saonara, ex parlamentare, che per Tonioloricerche cura con scrupolo e metodo l’analisi dei dati elettorali, non ha dubbi: c’è qualcosa che non funziona anche nel sistema di rappresentanza del voto nei comuni.
Basta un elemento su tutti: in 80 comuni sugli 82 regionali coinvolti nella tornata elettorale, la partecipazione al voto è stata ancora in flessione; in 3 addirittura inferiore al 50 per cento degli elettori. E i ballottaggi sembrano non funzionare più...

Lo scorso 1° gennaio dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest è nata Coop Alleanza 3.0: la più grande cooperativa di consumo italiana. Ma nonostante i suoi 400 negozi sparsi su tutto il territorio nazionale la sua principale attività è la raccolta di capitali di rischio dai propri soci per investirli in attività finanziarie (più o meno) rischiose. Vi spieghiamo perché.

Scarica il numero completo di Toniolo ricerca in allegato in fondo all'articolo.

I dati del rapporto Ispra del 2015 sono impressionanti. Tra il 2010 e il 2012 abbiamo cementificato il 7 per cento dell'intera superficie del nostro paese e il Veneto è la seconda regione per consumo di suolo dopo la sola Lombardia. È necessario dotarsi di una nuova legge che limiti il più possibile un'ulteriore impermeabilizzazione del terreno.

Scarica in allegato l'ultimo numero completo di Toniolo ricerca

Una superficie pari a quella dell'intera regione Umbria. A tanto corrisponde secondo dati Istat del 2012 la somma di tutte le aree industriali dismesse del nostro paese. In questo numero di Tonioloricerche ecco alcuni esempi virtuosi in diverse regioni italiane. Nel frattempo i comuni italiani hanno presentato a luglio una serie di considerazioni in merito. In Veneto sono ben tre le proposte di legge in discussione in Consiglio regionale.

La transizione iniziata negli anni Settanta con la trasformazione di un Veneto marginale in un Veneto del benessere ancora non è completa. L'identità tradizionale basata sulla fede cattolica interpretata dalla Democrazia cristiana ancora non ha trovato una nuova forma. Se le elezioni regionali del 2015 con percentuali simili alle prime del 1970 (oggi per Zaia, allora per la Dc) in realtà hanno visto la partecipazione della metà degli aventi diritto. La ricerca identitaria insomma è ancora in atto.  
Scarica il numero completo di Tonioloricerca di gennaio in allegato all'articolo.

Se davanti al pil veneto a fine 2015 è ricomparso il segno "+" nonostante le molte aziende sparite negli anni della crisi significa che ci sono imprese che non solo crescono, ma crescono molto. Tra queste Coelme è un ottimo esempio: ha fatto della flessibilità e dell'attenzione al cliente in fase di progettazione e post vendita un vero marchio di fabbrica. Ecco chi sono i 141 "campioni" veneti della crescita e qual è il segreto del loro successo
Scarica in allegato il numero completo di Tonioloricerca di gennaio. 

Il 31 maggio sono stati rinnovati 7 consigli regionali ed eletti altrettanti presidenti, chiamati a promuovere e coordinare il lavoro delle giunte per il quinquennio 2015 2020.
La nuova ricerca realizzata da Giovanni Saonara per Toniolo ricerca e qui disponibile per il download – utilizzando 7 simboli grafici in copertina e poi nelle singole schede – si concentra sulle Key Policies Areas, ovvero le questioni chiave, così definite dal Comitato delle Regioni in sintonia con l’Agenda Europea 20203. 

La corte d'appello di Venezia ha finalmente reso noto l'elenco degli eletti in consiglio regionale per la decima legislatura che si chiuderà nel 2020. Quello che si riunisce per la prima volta lunedì 22 giugno sarà un consiglio "under 50", al femminile e con molti esordienti. Ma come hanno votato i veneti il 31 maggio? Ecco l'analisi del voto, a partire dal 1990 comune per comune in tutto il territorio diocesano, condotta da Gianni Saonara.

La nuova ricerca di Giovanni Saonara per Toniolo Ricerca punta l'attenzione sulle politiche europee volte a favorire la dimensione "policentrica" come orizzonte ideale per realizzare quella crescita intelligente, sostenibile inclusiva che è al cuore dell'agenda europea 2020. Una sfida cruciale anche per il futuro del Veneto e di Padova, specie considerando l'ormai prossimo avvio della città metropolitana di Venezia. Scarica la ricerca il pdf in allegato al servizio.

La riforma del lavoro approvata dal parlamento contiene cinque deleghe al governo in vari ambiti relativi alle politiche nazionali. Obiettivi e tempestività della legislazione nazionale sono essenziali: ma non va dimenticato il ruolo delle regioni, fondamentale anche per cogliere gli obiettivi fissati nella strategia comunitaria Europa 2020.
Al tema è dedicata la nuova ricerca di Giovanni Saonara per Toniolo ricerca, ora disponibile per il download.

La nuova indagine di Gianni Saonara per Toniolo Ricerca, che offre un utile quadro di lettura a chi vuole discostarsi per un attimo dalla cronaca quotidiana – e da un quadro politico piuttosto complesso – per prepararsi al voto in modo più analitico e approfondito.