Il mercato del lavoro, tra Jobs act e ruolo delle regioni

La riforma del lavoro approvata dal parlamento contiene cinque deleghe al governo in vari ambiti relativi alle politiche nazionali. Obiettivi e tempestività della legislazione nazionale sono essenziali: ma non va dimenticato il ruolo delle regioni, fondamentale anche per cogliere gli obiettivi fissati nella strategia comunitaria Europa 2020.
Al tema è dedicata la nuova ricerca di Giovanni Saonara per Toniolo ricerca, ora disponibile per il download.

Il mercato del lavoro, tra Jobs act e ruolo delle regioni

A oggi sono stati pubblicati i primi due decreti attuativi del Jobs act, in materia di ammortizzatori sociali e nuovo contratto di lavoro a tutele crescenti.
All’attenzione del parlamento sono ora due altri testi relativi alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro e alle tipologie contrattuali.

Obiettivi e tempestività della legislazione nazionale sono essenziali: ma non va dimenticato il ruolo delle regioni
Ruolo fondamentale anche per cogliere gli obiettivi fissati nella strategia comunitaria Europa 2020. Lo rammenta anche il comunicato stampa a commento della adozione formale dell’accordo di partenariato tra Italia e Commissione Europea: «L'accordo apre la via all'investimento di 32,2 miliardi di euro di finanziamenti totali a titolo della politica di coesione nel periodo 2014-2020 (a prezzi correnti, compresi i finanziamenti nel campo della cooperazione territoriale europea e lo stanziamento per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile). L'Italia riceve inoltre 10,4 miliardi di euro per lo sviluppo rurale e 537,3 milioni di euro per il settore marittimo e della pesca. Gli investimenti dell'Ue contribuiranno ad affrontare il problema della disoccupazione e ad incentivare la competitività e la crescita economica, dando sostegno all'innovazione, alla formazione e all'istruzione negli ambiti urbani e nelle zone rurali. Essi serviranno anche a promuovere l'imprenditoria, a combattere l'esclusione sociale e ad aiutare lo sviluppo un'economia ecocompatibile ed efficiente sul piano della risorse».

Questa ricerca è una rassegna di alcune delle iniziative in corso nelle regioni e nelle province autonome per tentare di raggiungere tali obiettivi mediante politiche pubbliche territoriali attive per il lavoro finalizzate all’occupazione dignitosa e di lunga durata.

Scarica il pdf in allegato.

Tutti i diritti riservati
Il mercato del lavoro, tra Jobs act e ruolo delle regioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.