Toniolo ricerca di dicembre. Partiti e fondazioni politiche: cambiano statuti e finanziamenti europei

Dal 1° gennaio 2017 cambieranno gli statuti e soprattutto i canali di finanziamento dei partiti a livello europeo, comprese le forze politiche regionali. Una rivoluzione che avrà il suo massimo impatto nelle elezioni europee del 2019. Ma il parlamento e il consiglio dell'Unione hanno previsto il 2016 come anno perché tutti gli stati membri si allineino. Vediamo qual è la situazione attraverso l'analisi dei siti web di 60 think tank italiani.   

Toniolo ricerca di dicembre. Partiti e fondazioni politiche: cambiano statuti e finanziamenti europei

Poco più di un anno fa – era il 22 ottobre 2014 – il parlamento e il consiglio dell’Unione Europea hanno adottato il regolamento n. 1141 del 2014  che stabilisce le condizioni relative allo statuto e al finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni politiche a livello europeo.

Cambia dunque il modo in cui le forze politiche europee si articoleranno e soprattutto quello in cui riceveranno i fondi che permettono loro di vivere. Nel regolamento, tra l'altro, un capitolo intero è dedicato al controllo e alle sanzioni. Interessante notare però che, all’articolo 41, il regolamento chiarisce che esso si applica dall’1 gennaio 2017. E, quindi, fa pensare alle elezioni europee della primavera 2019.

Tali tempi “dilatati” vengono esplicitamente motivati nel considerando n. 44: «È opportuno lasciare agli Stati membri un periodo di tempo sufficiente per garantire la corretta ed efficace applicazione del presente regolamento. È pertanto opportuno prevedere un periodo di transizione tra l'entrata in vigore del presente regolamento e la sua applicazione».

Il 2016, quindi, è pensato - anche per l’Italia - come “tempo sufficiente” per consolidare le condizioni applicative per il regolamento, che certo deve essere letto in esigente connessione con gli articoli 18 e 49 della Costituzione e gli articoli 14, 16 e 40 del Codice Civile.

La ricerca propone informazioni sulle rappresentanze nelle Assemblee legislative regionali, e una ricognizione su questo argomento nei siti di 60 Think Tank

Nelle regioni i gruppi consiliari evidenziano essenziali differenze rispetto alle formazioni presenti nel Parlamento Europeo e, anche, all’attuale composizione delle nostre assemblee elettive parlamentari, con ruolo e funzioni oggetto - peraltro - di profonda revisione della seconda parte della Costituzione. Tali asimmetrie - e uno sguardo non scontato ai siti dei Think Tank - possono forse facilitare alcune auspicabili riflessioni…… nel 2016….verso il 2019.

Appunto.

Tutti i diritti riservati
Parole chiave: Partiti (3), think tank (1), regioni (6), Europa (186), siti (4)
Toniolo ricerca di dicembre. Partiti e fondazioni politiche: cambiano statuti e finanziamenti europei
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.