Il “mistero della vita”, dal nascere al morire. Ecco il nuovo percorso dell'Issr di Padova

Dopo avere esplorato l’atto del nutrirsi, si apre al “mistero della vita” il progetto di ricerca triennale avviato lo scorso anno dall’Istituto superiore di scienze religiose (Issr) di Padova.

Il “mistero della vita”, dal nascere al morire. Ecco il nuovo percorso dell'Issr di Padova

La seconda tappa, che si svilupperà nell’anno accademico 2016-2017, toccherà il tema del nascere e del morire, indagando alcune implicazioni interculturali e interreligiose di queste due fondamentali esperienze umane.
Il mistero sacrale della vita dal nascere al morire sarà il tema del dies academicus (23 novembre) e verrà affrontato dal filosofo Silvano Petrosino, direttore dell’Archivio Julien Ries per l’antropologia simbolica (Università cattolica del Sacro Cuore di Milano); questo appuntamento darà il via al progetto di ricerca, che si articolerà in altre due giornate di studio nella primavera del 2017.

«Nel complesso, sarà una riflessione che unirà alla parte accademica un aspetto di carattere esperienziale, prestando ascolto anche a quanti operano nel campo assistenziale a favore di uomini e donne che vivono sulla propria pelle queste fasi liminali della vita umana – spiega il direttore dell’istituto, don Livio Tonello – In questa prospettiva si desidera coinvolgere anche le realtà padovane che si occupano di problematiche legate a questi momenti di passaggio, quali l’ente ospedaliero, la Città della speranza, Casa Santa Chiara, Medici con l’Africa Cuamm, solo per citarne alcune».
Si ascolteranno quindi le esperienze di chi porta progetti in paesi stranieri e di chi invece nel nostro territorio incontra persone di culture e tradizioni diverse, che incidono profondamente nel modo di intendere anche, ad esempio, l’approccio alle cure mediche.

La dimensione interculturale e interreligiosa è la prospettiva che caratterizza la proposta formativa dell’istituto padovano che, in collegamento accademico con la Facoltà teologica del Triveneto, offre il percorso di studio in scienze religiose.
Strutturato in un triennio (al termine del quale si consegue la laurea) e un biennio di specializzazione (con cui si raggiunge la laurea magistrale), il corso di studi offre la conoscenza degli elementi principali della teologia e dei suoi presupposti filosofici e complementari delle scienze umane.
L’obiettivo primario del percorso è di preparare e aggiornare insegnanti di religione e di formare le persone impegnate nelle realtà ecclesiali come educatori-formatori, catechisti, volontari. Il piano di studi del biennio comprende cento ore di tirocinio per dare modo allo studente di sperimentarsi sul campo, sia questo la scuola oppure una realtà diocesana o parrocchiale (Caritas, Ufficio missionario, Museo diocesano sono alcuni dei settori coinvolti più di frequente).

Data la prospettiva interculturale e interreligiosa degli studi, i corsi proposti (che possono essere scelti e seguiti anche singolarmente come uditori) sono validi pure per aggiungere qualche competenza ad alcune categorie professionali.
Per quanti sono impegnati, ad esempio, nel settore dell’immigrazione, può risultare utile approfondire le diverse culture e religioni e sviluppare modalità corrette di relazionarsi alle persone con cui vengono a contatto.

Le iscrizioni all’Issr sono aperte fino al 22 luglio e dal 29 agosto al 3 ottobre.

Per informazioni si può consultare il sito www.issrdipadova.it dove è a disposizione anche Docusearch, un motore per la ricerca di articoli teologici in prospettiva interculturale e interreligiosa.
L’Istituto offre una newsletter, che può essere richiesta a segreteria@issrdipadova.it

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: issr (11), teologia (25), insegnanti di religione (3), religione (11), vita (51)