So-stare prima di fare: questo è stile! Al via la formazione diocesana per gli animatori del grest

Sono in programma, curati dalla pastorale dei giovani insieme a Noi associazione, due fine settimana per “darsi uno stile” come animatori del grest: fermarsi prima di fare. Appuntamento a Mestrino ed Este, tra aprile e maggio, per 6/7 animatori per parrocchia

So-stare prima di fare: questo è stile! Al via la formazione diocesana per gli animatori del grest

L’estate sembra lontana... ma già molte parrocchie stanno pensando al grest. «Che è un appuntamento atteso e desiderato da ragazzi e animatori! – sottolinea don Mirco Zoccarato, responsabile della pastorale dei giovani della diocesi di Padova – Pensando proprio agli animatori, crediamo che il grest sia un’occasione di pastorale giovanile dove anche riscoprire un annuncio. Quella Buona Notizia che passa attraverso il volontariato, il servizio, il conoscere una comunità cristiana... stare bene insieme, scoprirsi dotati di carismi, doni, capacità da mettere in circolo».

È su queste premesse che si fonda “GreStyle”, proposta di formazione per animatori del grest dalla 4a superiore in su promossa dalla pastorale dei giovani insieme a Noi associazione. Si tratta di due fine settimana, in due zone diverse della diocesi, per accompagnare gli animatori a una “sosta” prima di iniziare a inventare, programmare e progettare le attività del grest.

«Il grest – continua don Zoccarato – è quel tempo che per certi aspetti fa pensare alla voglia di estate, di divertirsi, di ritrovarsi e di restare insieme piccoli e grandi. Fa’ pensare a come le nostre comunità si animano e si popolano di colore, di entusiasmo, di creatività e di festa. La comunità cristiana, durante questo tempo, sembra ritrovare la sua piena forma: bambini, ragazzi, animatori adulti e anziani... Sì, perché non sono pochi quelli che, nelle diverse cose da fare, da questi giorni si lasciano coinvolgere e desiderano impegnarsi trovando il proprio posto in comunità. Anche se prima non ci sono stati».

Dal grest spesso nasce un desiderio, un’attesa, una nostalgia per il futuro, per lasciarsi coinvolgere di più, per continuare anche dopo, quando l’estate è passata.

«Quanti ragazzi hanno cominciato a diventare animatori proprio grazie a un grest. Quanti adulti si sono lasciati coinvolgere da questa esperienza continuando poi in un qualche servizio. Quanti bambini e ragazzi continuano ad andare in parrocchia all’iniziazione cristiana e all’Acr dopo i giorni pieni del grest. Non che il grest risolva le tante domande che portiamo nel cuore. Una per tutte: perché tanti animatori (durante il grest ce ne sono tantissimi) non si vedono più durante l’anno? Forse dovremmo chiederci: come diocesi/comunità parrocchiali stiamo investendo, durante le settimane estive del grest, sulla formazione dei giovanissimi che si stanno preparando a occuparsi dei nostri ragazzi? Se al grest i giovanissimi vengono (e magari è dalla cresima che non li vediamo), perché non partire da qui? Ecco che torna, e ritorna, la questione formativa-educativa».

“GreStyle” prova a rispondere a questa esigenza formativa degli animatori del grest. Sono in programma due fine settimana: sabato 22 aprile (15.30-22.30) e domenica 30 aprile (9.30-14.30) nella sala polivalente di Mestrino per l’area centro-nord della diocesi; sabato 29 aprile e domenica 7 maggio presso l’istituto Manfredini di Este per l’area sud della diocesi (con gli stessi orari).

«Negli anni scorsi ci sono state, e ci sono ancora, proposte di formazione a vario titolo e tutte molto qualificate per chi anima il grest. Quest’anno la diocesi di Padova ha deciso di investire “allargando la proposta” attraverso la pastorale giovanile e Noi associazione con i suoi più di 200 circoli. Per dare la possibilità a tutte le parrocchie di partecipare a questa “prima formazione diocesana” abbiamo pensato di limitare le iscrizioni: potranno partecipare al massimo 6/7 animatori per parrocchia».

Un’equipe di giovani educatori e qualche formatore professionista si sta trovando da un po’ di tempo per prepararsi a questi due appuntamenti. «Hanno voluto puntare anche sul nome della proposta: “GreStyle”. Ci piacerebbe che i nostri grest avessero uno stile, che quest’anno sarà lo stile del fermarsi... del so-stare prima di fare. Del so-stare con gli altri animatori, con i ragazzi che vengono “affidati” al grest, con la comunità parrocchiale... che affida agli animatori questo compito». Informazioni e iscrizioni entro il 31 marzo su www.giovanipadova.it/grestyle

Sussidi per il grest: il 9 marzo a Limena vengono presentate tre proposte

«In molti ci chiedono: che grest possiamo organizzare quest’anno? – sottolinea don Zoccarato – Qualcuno lo inventa da zero forse perché ha forze ed energie per farlo, ma altri spesso si mettono alla ricerca di un sussidio che possa accompagnare animatori e responsabili. Ecco perché abbiamo pensato a una serata in cui presentare alcuni sussidi per il grest». L’appuntamento, promosso dalla pastorale dei giovani insieme a Noi associazione, è per giovedì 9 marzo alle ore 21 nel centro parrocchiale di Limena. Saranno presenti tre realtà che faranno conoscere la propria proposta: Noi associazione di Venezia presenta “Count down”; Animagiovane propone “Si va in scena. L’arte di vivere è una parabola” e Oragiovane propone “Espera. Un desiderio per il domani”.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: grest (27), formazione (74), animatori (5), chiesa (97), Padova (435)