Il consorzio Bpa di Abano conclude la festa delle biblioteche e presenta il bilancio sociale

“Biblioteche in festa” offre una vetrina di attività che vengono poi presentate sabato 22 ottobre: il bilancio sociale e due relazioni consentono agli operatori di riflettere sulla qualità del servizio e sulle prospettive

Il consorzio Bpa di Abano conclude la festa delle biblioteche e presenta il bilancio sociale

Continua la festa delle biblioteche tra il 15 e il 16 ottobre.
Ad Albignasego ricordano con un testo teatrale il centenario di Roald Dahl, a Casalserugo presentano una mostra dell’illustratrice per l’infanzia Eleonora De Pieri, a Battaglia, Due Carrare, Granze, a Montegrotto, a Vigonza organizzano il mercatino del libro usato, a Saonara ricordano il 50° dell’alluvione del 1966, a Rubano organizzano un laboratorio di scrittura autobiografica e viene consegnata ai bambini di tre anni una tessera speciale di iscrizione ai servizi della biblioteca.

Sono solo alcune delle iniziative organizzate in questo secondo fine settimana di festa dalle biblioteche del consorzio Bpa, presieduto da Giovanni Ponchio e diretto da Daniele Ronzoni.
Oltre all’apertura straordinaria domenicale, con internet gratis, l’attività più gettonata è la lettura animata offerta ai bambini, a dimostrazione che l’occhio degli organizzatori di questa quinta edizione di “Biblioteche in festa” è puntato sul futuro, sui nuovi lettori che stanno crescendo.

A loro, ma non solo, il consorzio costituito da 47 comuni offre un nutrito servizio di schedatura e di prestito interbibliotecario, un sistema che rende ogni biblioteca uno “sportello” per accedere a un notevole patrimonio di libri e dvd, costituito da più di 700 mila titoli.

Ma il futuro non è la sola chiave di lettura per interpretare la festa delle biblioteche. Sabato 22 ottobre in provincia di Padova verrà presentato il primo bilancio sociale del Bpa.
«Nel Veneto – commenta Ronzoni – siamo la prima centrale di rete bibliotecaria che si serve di questo strumento. Mentre con un bilancio normale dimostri solo di essere in attivo, in passivo o in pareggio, con il bilancio sociale si va a verificare il raggiungimento degli obiettivi prefissi e le ricadute dell'attività svolta; dimostra quindi la nostra affidabilità. Si tratta di uno strumento ancora poco perfezionato, soprattutto perché la sua scarsa diffusione impedisce il confronto con altre realtà, indispensabile per capire i punti di forza e quelli in cui si può migliorare. Attraverso alcuni strumenti specifici abbiamo comunque registrato la resa dei fondi impegnati, confrontando i costi del consorzio con quelli che avrebbero speso i comuni rivolgendosi ad aziende esterne. Abbiamo rilevato un risparmio del 30 per cento».

Nella giornata del 22 saranno presentate due relazioni, una di Giorgio Lotto, direttore della bibliotoca Bertoliana di Vicenza, che cercherà di leggere dove stanno andando le biblioteche pubbliche, analizzando un dato che è sotto gli occhi di tutti: si sta affermando sempre più un ruolo sociale di questi servizi.

Se negli anni Novanta si era sviluppato soprattutto il compito dell’orientamenti dei lettori, della consulenza di qualità, oggi la ricerca su internet ha in parte superato il compito del bibliotecario-consulente e il lavoro delle biblioteche si è esteso, accanto al servizio di prestito, al settore sociale: qui le persone si trovano, si organizzano in gruppi di lettura, in corsi di lingue straniere, di aggiornamento tecnologico, di manualità, in collegamento con quella che un tempo si chiamava educazione permanente e oggi si definisce, con uno dei tanti inglesismi, “long life learning”.

Una seconda relazione di Angela Munari, presidente dell’Associazione delle biblioteche venete, farà il punto sulle reti provinciali, ancora orfane in attesa dell'esito del referendum per sapere se le province esisteranno ancora e che competenza avranno.
Il 19 novembre un altro appuntamento significativo attende varie biblioteche del consorzio, in occasione della giornata mondiale dei giochi in biblioteca, con l’organizzazione di giochi da tavolo e altre iniziative per bambini e adulti.

Il programma dettagliato di “Biblioteche in festa” è consultabile a questa pagina web  (info: 049-8602506 – info@bpa.pd.it).

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: bpa (1), giovanni ponchio (1), biblioteche (7), lettura (12)