Famiglia, c'è un "grande disordine normativo": il ministro annuncia una delega per razionalizzare le misure

Il ministro Costa in un'intervista: ci sono tasselli e passaggi di una politica organica. Il sostegno alla famiglia "deve venire da un contesto più ampio, non soltanto da misure dirette" e le politiche sul lavoro sono un "tassello fondamentale".

Famiglia, c'è un "grande disordine normativo": il ministro annuncia una delega per razionalizzare le misure

"Abbiamo un grande disordine normativo per i troppi interventi" a sostegno della famiglia.
"Ho predisposto una bozza di delega finalizzata alla razionalizzazione, al riordino e alla ricognizione delle misure". Lo dice il ministro degli Affari Regionali e le Autonomie con delega alla Famiglia, Enrico Costa, a ''Ma cos'è questa estate'' su Radio 24.

"Le politiche del governo devono essere orientate a degli obiettivi che vedano la famiglia come soggetto centrale non neutro per il fisco e il legislatore. È una grande sfida questa e sulle risorse a disposizione non mi sento di fare anticipazioni però dico che ci sono tasselli e passaggi di una politica organica.

"Va fatta distinzione tra misura e politica. Nel nostro Paese le misure non sono mai mancate a sostegno di famiglia e natalità. C'è il testo unico famiglia su mia proposta perché ogni anno la legge stabilità ha cercato di individuare misure che negli anni si sono sovrapposte, complicate, contraddette e oggi una giovane coppia non sa su cosa può contare perché non c'è una riconoscibilità delle misure", continua.
"Il sostegno alla famiglia deve venire da un contesto più ampio, non soltanto da misure dirette, le politiche sul lavoro sono un tassello fondamentale. Sul fronte delle procedure all'interno della delega c'è una voce dedicata proprio alla semplificazione", conclude il ministro.

Patriarca: basta con la politica dei bonus

"Va bene un piano per la famiglia come annunciato dal ministro Costa, ma basta con la politica dei bonus. Serve intervenire sulla fiscalità generale, agendo in primo luogo sulle detrazioni e sulle famiglie che hanno carichi di cura. Insomma, gli aiuti alle famiglie devono diventare strutturali".

Lo afferma il deputato del Pd Edoardo Patriarca.
"Già molti altri paesi in Europa hanno seguito questa strada con successo, contribuendo in modo sostanziale a rilanciare l'economia attraverso maggiori consumi - continua Patriarca - Facciamo diventare gli aiuti alle famiglie qualcosa che non va ridiscusso ad ogni legge di stabilità".

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: costa (9), patriarca (7), famiglia (219), bonus (11)
Fonte: Redattore sociale (www.redattoresociale.it)