In viaggio tra i presepi del Veneto grazie agli appassionati di Este

Un itinerario alla scoperta dei presepi del Veneto: è questa la proposta lanciata anche quest’anno dall’associazione “Presepe&Presepi”, attiva a Este dal 2007. L’iniziativa è stata creata dieci anni fa da alcuni presepisti per passione, impegnati nella parrocchia della Madonna delle Grazie di Este. Cresciuto di edizione in edizione, quest’anno l’itinerario conta ben trenta realtà aderenti, sparse in cinque diverse province del Veneto: Padova, Rovigo, Verona, Vicenza e Treviso.

In viaggio tra i presepi del Veneto grazie agli appassionati di Este

Un itinerario alla scoperta dei presepi del Veneto: è questa la proposta lanciata anche quest’anno dall’associazione “Presepe&Presepi”, attiva a Este dal 2007.
L’iniziativa è stata creata dieci anni fa da alcuni presepisti per passione, impegnati nella parrocchia della Madonna delle Grazie di Este.
Il loro intento era quello di far conoscere alle famiglie i presepi delle parrocchie circostanti, valorizzando una tradizione in cui arte e fede si intrecciano dando vita a piccoli capolavori.

Con il passare del tempo, alle dodici località che avevano accolto la proposta se ne sono aggiunte molte altre, tanto che quest’anno l’itinerario conta ben trenta realtà aderenti, sparse in cinque diverse province del Veneto: Padova, Rovigo, Verona, Vicenza e Treviso.
«Aver raggiunto il traguardo dei dieci anni – afferma il responsabile Matteo Destro – è stata una grande soddisfazione perché essendo un’associazione di volontariato priva di finanziamenti, sappiamo che ogni anno rischia di essere l’ultimo. La nostra speranza è che ci sia anche stavolta un buon numero di visitatori».

Della rete fanno parte mostre di presepi, presepi parrocchiali, privati e viventi, ciascuno con le proprie caratteristiche, ma tutti accomunati dall’intento di trasmettere ai fedeli il vero significato del Natale.
Alla luce di questa sensibilità condivisa, l’associazione offre ai visitatori uno strumento adeguato ed efficace per scoprire la ricchezza dei presepi del territorio.

L’opuscolo intitolato “Presepe&Presepi” risponde proprio a questa esigenza: nel dépliant, infatti, ciascuna pagina è dedicata a un diverso presepe, di cui sono indicati gli orari di apertura, le informazioni per raggiungerlo, la foto dell’anno precedente e una breve descrizione, oltre al numero di telefono dei responsabili.

All’itinerario di visita quest’anno si è affiancata anche una proposta di riflessione: l’incontro di domenica scorsa a Este con Nora Possenti Ghiglia, autrice del libro “Ritorniamo al presepio in famiglia”, dedicato al senso cristiano del Natale.
«L’incontro ci è sembrato una bella occasione – spiega Destro – sia per promuovere la cultura, come del resto facciamo attraverso il circuito, sia per sensibilizzare le persone sull’importanza del presepe».

(Ulteriori informazioni sul sito www.presepepresepi.it)

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: presepi (11), Este (55)