La parrocchia Santa Maria Assunta di Campodarsego fa parte del Vicariato del Graticolato. Conta circa 6.500 parrocchiani e la partecipazione alla vita religiosa è del 18-20%. 

La chiesa intitolata a San Martino e costruita con mattoni recuperati da costruzioni romane faceva parte di quelle elencate nella decima papale del 1297 come soggetta alla pieve di San Giorgio delle Pertiche. Non si conosce la data della sua prima ricostruzione, probabilmente settecentesca, visto che l’edificio venne consacrato nel 1795. Ma ai primi del Novecento era pericolante, così che nel 1904 iniziarono i lavori di una chiesa in stile romanico-gotico, ultimata nel 1908 e consacrata nel 1945.

Portano tutte la firma di artisti del Novecento le opere d’arte che decorano la parrocchiale di Campodarsego. In facciata è presente un bassorilievo del 1983 in terracotta modellata che reca la firma di Giuseppe Gato e che raffigura san Martino nel classico gesto di donare metà del proprio mantello a un povero.

I servizi della Difesa

Nel messaggio per la giornata mondiale dei poveri, papa Francesco invita a reagire “alla cultura dello scarto e dello spreco, facendo propria la cultura dell'incontro”, aprirsi alla “condivisione con i poveri”: a Campodarsego, il gruppo Caritas da ormai quattro anni ha già dato una risposta a questo invito. 

Dall’11 al 15 agosto la comunità parrocchiale di Campodarsego celebra l’Assunzione della Beata Vergine Maria. L’edizione 2017 di questo appuntamento al centro dell’estate – sempre meno “sagra” e sempre più festa della comunità – ha come protagonista la gioia.

Ragazzi, catechiste, genitori, accompagnatori: la Pasqua 2017 segna una tappa importante nel cammino di fede di ciascuno. Anche della comunità parrocchiale! Tutti rinnovati dal Risorto. Il nuovo modello di iniziazione cristiana, partito nel 2014, è stato un po’ come salire su un treno in corsa. Ma ha portato, e sta portando, molti frutti per tutti

Torna dall’11 al 16 agosto la festa centenaria per l’Assunta. Cinque giorni senza grandi eventi ma col desiderio di vivere appieno il gusto di stare insieme. Venerdì 12 torna la serata con la cena “Fai tu il prezzo”.

Campodarsego ha finalmente il suo centro parrocchiale. Domenica 3 aprile è stata inaugurata la struttura che ha dato rinnovata vita a un piccolo stabile adiacente la chiesa, la scuola dell’infanzia e il cinema parrocchiale. Il centro parrocchiale si chiama Chiara: a ricordo della giovanissima Chiara Bano, scout scomparsa tragicamente tre anni fa, e vuol essere un ponte tra comunità ecclesiale e comunità civile.

Cibo e vita gustati insieme. Per “celebrare” la Pasqua, quest’anno abbiamo invitato a cena un gruppo di persone: per condividere il cibo, prima di tutto, ma in particolare per raccontare la propria esperienza dello “stare a tavola”. I frutti (ricchissimi!) di questa serata, che ha avuto luogo venerdì 18 marzo, sono raccontati nelle pagine della Difesa in edicola e in parrocchia.
Qui ve ne offriamo un "assaggio".

A Campodarsego l’anno della misericordia è iniziato in anticipo. Precisamente il 27 agosto, quando le porte della canonica si sono aperte per accogliere Enrico. 54 anni, detenuto da dieci al Due Palazzi di Padova, in gravi condizioni di salute. Durante l’estate si è evidenziata la necessità di cure urgenti, ma anche – e soprattutto – di un contesto accogliente, che potesse «combattere con lui per la guarigione». 

Dal 14 al 18 agosto Campodarsego è in festa per l'Assunta: tra le originali proposte affinché il momento sia anche educativo ci sono la mostra "La nostra storia" (con un ricordo all'imprenditore Egidio Maschio) e lo stand con l'enciclica di papa Francesco Laudato si' e le iniziative della Caritas.