Unitalsi, torna la Giornata nazionale nelle piazze italiane

Appuntamento sabato 30 e domenica 31 marzo. Testimonial della giornata Flavio Insinna. Antonio Diella, presidente nazionale:"Un appuntamento per presentare in tutte le città la solidarietà e la gioia che esprimiamo nelle nostre attività accanto alle persone malate, ai disabili, ma anche ai giovani, alle famiglie e ai più piccoli"

Unitalsi, torna la Giornata nazionale nelle piazze italiane

ROMA - Sabato 30 e domenica 31 marzo si terrà in tutta Italia, e in particolare a Roma, la XVIII Giornata nazionale dell'Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Quest'anno questo importante appuntamento, ha come slogan "Un'occasione di felicità. Con il tuo aiuto lo sarà per tutti!". Della Giornata nazionale è stato profondo sostenitore Fabrizio Frizzi che, con la propria immagine e il proprio carisma, ha saputo testimoniare l'opera dei volontari dell'Unitalsi. Oggi, dopo la sua scomparsa, il testimone l'ha ereditato da Flavio Insinna, che porterà la sua allegria onorando e ripercorrendo il cammino già tracciato. 
La parola d'ordine della XVIII Giornata nazionale è la "pace", la stessa che l'Unitalsi idealmente annuncia offrendo una piantina di ulivo e di palma in cambio di un piccolo contributo che andrà a sostenere le attività e i progetti in tutti i territori. Nelle piazze della Capitale, dunque, verrà proposta una piantina d'ulivo, simbolo di pace e di solidarietà. Il ricavato delle offerte verrà utilizzato dall'Unitalsi per sostenere i suoi numerosi progetti di solidarietà al servizio delle fasce sociali più deboli. Tutto questo grazie al costante e generoso impegno degli oltre 52 mila soci unitalsiani presenti in tutta Italia.

Per conoscere le piazze di Roma dove trovare le piantine d'ulivo dell'Unitalsi sarà possibile a breve consultare il sito internet www.unitalsi.it oppure contattare il numero verde 800.062.026. In particolare le donazioni raccolte serviranno a sostenere: le attività a supporto dei Pellegrinaggi, l'assistenza domiciliare agli anziani, le case famiglia per le persone disabili, le case accoglienza per i genitori dei bambini ricoverati nei centri ospedalieri, i soggiorni estivi e gli interventi d'emergenza sociali. Sono questi solo alcuni progetti portati avanti dall'Unitalsi su tutto il territorio nazionale. Aderendo alla Giornata nazionale sarà possibile sostenere tutte quelle iniziative benefiche a favore dei bambini, degli anziani, dei più bisognosi e di chi è solo e ammalato.

"La Giornata nazionale - spiega Antonio Diella, presidente nazionale dell'Unitalsi - è uno dei momenti centrali per la nostra Associazione non solo per ritrovarci e rinsaldare la nostra adesione al carisma unitalsiano, ma anche per presentare in tutte le città italiane il bello, la solidarietà e la gioia che esprimiamo ogni giorno nelle nostre molteplici attività a partire dai pellegrinaggi e accanto alle persone malate, ai disabili, ma anche ai giovani, alle famiglie e ai più piccoli". La Giornata nazionale, conclude Diella, "offre l'occasione di realizzare un pellegrinaggio speciale nelle piazze delle città italiane per ribadire che non siamo soli e che insieme possiamo affrontare ogni avversità e problema". (DIRE)

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Sir
Redattore sociale