L'editoriale di Luglio

Il 3 giugno 2016 la memoria di Maria Maddalena, il 22 luglio, venne elevata al grado liturgico più solenne di festa. Un piccolo grande cambiamento a sottolineare che fu proprio una donna a essere la prima annunciatrice del Signore Risorto. 

L'editoriale di Luglio

La rivoluzione delle donne

Il 3 giugno 2016 la memoria di Maria Maddalena, il 22 luglio, venne elevata al grado liturgico più solenne di festa. Un piccolo grande cambiamento a sottolineare che fu proprio una donna a essere la prima annunciatrice del Signore Risorto. Possiamo infatti chiamare giustamente Maria Maddalena, Apostola degli apostoli. Sarebbe bello che questa festa, nel cuore dell’estate, diventasse un punto di riferimento per le donne e perché tutti i cristiani si lascino provocare da questa origine tutta femminile dell’annuncio del vangelo.

Tra i “segni dei tempi” dei recenti decenni, infatti, possiamo annoverare il cammino di emancipazione, di valorizzazione, di equiparazione e di promozione delle donne. Dalla possibilità di votare alla parità di diritti, dalla nascita di movimenti socio-politici all’elaborazione di un pensiero sempre più articolato e arricchente, ormai non possiamo ignorare una storia che immette in tutti gli ambiti sensibilità e prassi nuove. Il cammino è ancora lungo quanto a una autentica e reale custodia della differenza, ma possiamo ben sperare in tante belle sorprese. Per la cultura dell’epoca di Gesù fu una rivoluzione che fosse una donna la testimone di un evento che cambiò il mondo. Che la rivoluzione continui allora.

Scarica la pagina in pdf

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Allegato 07atpag01.pdf (34,70 kB)