Diocesi

Anniversari. Anche se questo non è tempo di grandi celebrazioni, non si può dimenticare una data importante: il 4 novembre 1670. Viene rifondato, a opera di san Gregorio Barbarigo, il seminario di Padova... che aveva visto la luce nel 1569. «Rileggendo la storia di questi 350 anni di vita ho ritrovato le radici, i cromosomi e le caratteristiche proprie del seminario di Padova». Di ogni tempo...

C’è tanta sofferenza e tanto bisogno di vicinanza, in questo tempo di “distanziamento” reso necessario dalla pandemia. La Chiesa di Padova si sente interpellata dall’emergenza che sta avanzando e vuole porre un piccolo segno ecclesiale per invitare tutti i cristiani e le comunità a stare vicini a chi si trova coinvolto dalla sofferenza: ammalati, familiari, operatori sanitari.

La commemorazione dei defunti in questo anno particolare assume significati diversi sfumature particolari, aiuta ad avere uno sguardo che sia di speranza, di consapevolezza della fragilità della vita umana. Tre i verbi che la caratterizzano: ricordare, ringraziare e chiedere. In tante comunità cristiane è vivo il bisogno di dare un saluto a chi è morto durante il lockdown, perché è importante poter vivere un momento comunitario di saluto e preghiera, di ricordo. 

Viene aggiornato da anni di mese in mese, sul sito Internet della Caritas diocesana di Padova, all’indirizzo www.caritas.diocesipadova.it/agevolazioni, il documento relativo ai contributi e alle agevolazioni che gli enti pubblici, dai Comuni allo Stato passando per la Regione, pensano per le famiglie in difficoltà.

Il gruppo scout Sant’Elena 1 ha inaugurato la nuova sede, già troppo piccola per accogliere una “famiglia” sempre più numerosa. In poco più di due anni, il gruppo ha accolto 60 ragazzi da vari paesi della Bassa Padovana. «L’obiettivo è formare buoni cittadini e buoni cristiani» – afferma il capogruppo Sante Toso. 

Il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, lunedì 2 novembre, commemorazione dei fedeli defunti, celebrerà la santa messa in cimitero Maggiore a Padova alle ore 15, ricordando in particolare i morti a seguito della pandemia.

Abbandonata da decenni, diventerà luogo espositivo aperto a tutti. Ritrovati antichi affreschi forse del Guariento

Parte venerdì 30 ottobre alle 20.45 il nuovo percorso pensato dall'Ufficio per la Pastorale della famiglia. Tre incontri online per dialogare su alcuni aspetti della vita familiare particolarmente significativi nel nostro tempo alla luce dell'esortazione apostolica Amoris laetitia. A ogni appuntamento, dopo un breve approfondimento iniziale, seguiranno l’ascolto in diretta di tre esperienze a tema e la possibilità del confronto dei partecipanti con gli ospiti. Primo appuntamento con Rosanna Virgili, biblista, con il tema della spiritualità dell’amore e di come custodire la presenza del Signore nella famiglia reale e concreta.

Si vivrà in versione on line sabato 31 ottobre (a distanza di qualche giorno dalla data consueta del 27 ottobre) a Padova la XIX giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico, che si celebra ogni anno in Italia nello spirito del primo incontro delle religioni per la pace voluto ad Assisi da Giovanni Paolo II nel 1986.