Diocesi

Donne che vivono la loro consacrazione inserite pienamente nel mondo, che si mantengono con la loro professione:  le Ancelle del Signore, istituto secolare nato in Diocesi di Padova nel 1945 ed eretto canonicamente Istituto secolare di diritto diocesano nel marzo 1999 dal vescovo Antonio Mattiazzo, oggi conta 6 donne e alcune giovani in discernimento.  Il loro carisma si caratterizza nella collaborazione con i sacerdoti in parrocchia e nella vita personale del sacerdote, gestiscono il Cenacolo di Nostra Signora di Fatima a Montegalda, dove risiedono preti anziani, ma collaborano anche nelle parrocchie di provenienza per la catechesi o la vita pastorale.

Tre proposte. A Villa Immacolata "Una voce rischiara la notte" e a Casa Divin Maestro di Centrale "Lampada per i miei passi" per interrogarsi sulle scelte fondamentali. Capodanno Caritas: imparare a donarsi. Concludere l'anno in maniera alternativa? In diocesi le iniziative si moltiplicano nel nome della spiritualità e della solidarietà. Nei giorni dopo Natale, in molti sostano con se stessi e con Dio.

Barbarigo 100. Dal 2019-20 nuove materie alle superiori: Scrittura 2.0, Patrimonio classico per entrare nella quotidianità di romani e greci, Robotica/Domotica e l'inglese specialistico. Un doppio effetto per il Centenario: la didattica si rinnova e tiene il passo coi tempi, le borse-studio rendono l'istituto più accessibile a tutti.

La veglia alla chiesa degli Eremitani. Mercoledì 12 dicembre alle 20.30 torna l'incontro tra i giovani e il vescovo a pochi giorni dal Natale. Da lunedì 17, su giovanipadova.it, partirà una scuola di preghiera per sostenere la relazione quotidiana con Dio. L'idea nasce dalla richiesta dei giovani nella lettera finale del Sinodo diocesano: educarsi alla preghiera personale.

Giovedì 13 dicembre Fondazione Zancan in collaborazione con Caritas Italiana, la Diocesi e la fondazione Nervo-Pasini ricordano una data molto importante, il centenario della nascita di monsignor Giovanni Nervo, con un convegno sul tema “Welfare e nuove sfide per Carità e Giustizia a cent’anni dalla nascita di Mons. Giovanni Nervo”. Una proposta che abbraccia i diversi ambiti, dall’ecclesiale al sociale al giuridico che hanno attraversato la vita di don Giovanni. Una ricchezza per la Chiesa di Padova che va valorizzata. I 100 anni dalla nascita sono anche un pretesto per dare impulso alla nascita, in ambito più generale, alla rinascita cioè  di un welfare attento ai bisogni come lo voleva monsignor Nervo.

Il futuro dei giovani, la responsabilità degli adulti nell'offrire loro orizzonti autentici di senso. Ma anche i simboli cristiani, patrimonio radicato nel cuore della gente che rimanda alla presenza viva del Signore tra noi. E Maria, modello a cui guardare soprattutto nei momenti di difficoltà, personali e della comunità. Il messaggio del vescovo Claudio alla città di Padova per la Madonna dei Noi.

Don Francesco Mascotto, nominato a fine ottobre nuovo arciprete di Dolo, dopo l’improvvisa scomparsa, lo scorso agosto, di don Alessandro Minarello, farà il suo ingresso a Dolo domenica 9 dicembre, alle ore 16. La celebrazione di ingresso del nuovo arciprete sarà presieduta dal vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla.

Numerosi i partecipanti all’appuntamento del 23 novembre a Vigodarzere. Il presidente Fabio Brocca ha individuato alcune chiavi per "essere" associazione in parrocchia: ascolto, sguardo e parola. Lanciate, durante la serata, le proposte formative per il 2019. E l'invito alla Marcia per la pace del 27 gennaio

L’iniziativa SmartDon viene proposta per il secondo anno a Conca di Thiene. Un sistema virtuoso di co-donazione da parte di parrocchiani e negozianti che permette a due ragazzi del Malawi di studiare per 1 anno e imparare un mestiere. L'8 dicembre la seconda edizione del progetto "SmartDon".

Ua mostra fotografica con una cinquantina di immagini suddivise in 33 quadri che ripercorrono la vita di Monsignor Giovanni Nervo. La Caritas Vicariale, la mensa di solidarietà e la parrocchia di Solagna con la collaborazione della Fondazione Zancan allestiscono nella biblioteca di Solgana un percorso fotografico dal titolo “Germogli di carità e giustizia”. inaugurazione l'8 dicembre alle ore 9.

Viene ricordato domenica 9 con una messa alle 9.30 all’Opsa, Opera della Provvidenza sant’Antonio, don Gianfranco Zenatta, già direttore Caritas, mancato il 6 dicembre dell’anno scorso. In occasione dell’anniversario i familiari e gli amici più stretti consegneranno ai presenti un libretto con testimonianze, ricordi, foto. Per ricordarlo l’Associazione Amici di don Lucio Calore di Cristo Re, dove don Gianfranco ha iniziato la sua attività di prete, si ritrova anche giovedì 6 alle 18.30 a Cristo Re per una messa vespertina. 

Sabato 8 dicembre, solennità dell’Immacolata, alle 9.30, nella chiesa del Seminario maggiore di Padova, il vescovo Claudio Cipolla presiederà l’eucaristia con il conferimento del ministero del lettorato a sette seminaristi. I nuovi lettori proclamaranno la parola di Dio nell’assemblea liturgica, educheranno nella fede i giovani e gli adulti e annunceranno la buona novella del Regno con la testimonianza della vita.