Diocesi

Sono stati conclusi lo scorso dicembre i lavori per il restauro del santuario della Beata Vergine del Covolo, a Crespano del Grappa. Un intervento durato una decina di mesi, reso possibile dalla generosità dei fedeli. La devozione mariana è molto sentita, non solo dai parrocchiani. Non c’è casa, qui, che non abbia un’immagine della Madonna

Don Leopoldo Zanon, presente al meeting delle comunità accoglienti a Sacrofano lo scorso febbraio: «L'insensibilità cresce e dovrebbe preoccuparci molto». Come superare la paura e perché è così importante farlo: «Tra solo trent’anni l’Africa avrà il doppio degli abitanti, mentre i cambiamenti climatici faranno fuggire 150 milioni di persone. O arriveremo preparati a questo appuntamento con la storia, o lo subiremo in modo passivo»

Ripensare agli spazi e ai luoghi, senza costruzioni monumentali, ma interagendo e ascoltando la comunità. Un'impronta sociale che l'architetto e senatore a vita, Renzo Piano, sta portando assieme al suo team, anche nel quartiere Arcella. Coordinati dal docente Edoardo Narne, un gruppo di giovani studenti e neolaureati, sta progettando quattro interventi d'arredo all'interno del patronato della parrocchia di San Carlo, primo luogo d'investimento che si estenderà successivamente su progetti più ampi nel quartiere a nord di Padova.

È in pieno svolgimento “IntimISSIMI”... e sta andando bene! La nuova proposta del Settore giovani di Ac su affettività, sessualità e identità – tre serate in due diversi luoghi della Diocesi, Sant’Anna di Piove di Sacco e Campodarsego – sta coinvolgendo un buon numero di educatori dei gruppi giovanissimi e del Tempo della fraternità.

Nel vicariato di Limena, ogni anno a rotazione una parrocchia diversa organizza la Via Crucis vicariale. La parrocchia di Santa Giuliana di Pieve di Curtarolo ha scelto di rappresentare cinque stazioni con altrettanti momenti coreografici dedicati al tema "Il potere contro l'umiltà". 

Un incontro speciale con il vescovo Dom Francesco Biasin che sta salutando la diocesi di Volta Redonda a conclusione del suo mandato episcopale. Un momento importante per il ministero di questo prete padovano di Arzercavalli, diventato vescovo nel 2003 dopo essere stato inviato missionario in Brasile, ma anche per la diocesi di Padova rappresentata in loco dal direttore del Centro missionario diocesano, don Raffaele Gobbi.