Diocesi

Il primo gesto simbolico, di attenzione all'altro, è “Un dono da donare”, la benedizione di un dolce, il primo giorno dell’anno nuovo, da donare poi a un vicino di casa. Accanto anche una proposta per gli anziani soli che coinvolge giovani e giovanissimi. Insieme al sacerdote infatti porteranno un pacco regalo e un po' di compagnia. Ecco le prime iniziative messe in campo dall'unità pastorale di Borgo Veneto per il Sostegno sociale parrocchiale.

Il Museo diocesano di Padova da settimane è chiuso al pubblico in ottemperanza alle disposizioni di contenimento della pandemia, ma al suo interno prosegue l’attività culturale, di conservazione e riordino delle opere. In questi giorni natalizi li Museo diocesano offre un piccolo dono artistico alla città con la possibilità di “ammirare da lontano” un’opera in terracotta, finora nei depositi museali.

Il gran cancelliere della Facoltà teologica del Triveneto, mons. Francesco Moraglia, ha nominato la prof.ssa Assunta Steccanella pro-direttrice del Ciclo di licenza (secondo ciclo di studi, con specializzazioni in Teologia pastorale e Teologia spirituale) della Facoltà per il quinquennio accademico 2020/21-2024/25.

Aprirci alla carità è ricevere più di quello che possiamo dare: sottolinea don Paolo Scalco, parroco di Limena. La comunità ha aderito al Sostegno sociale parrocchiale, nonostante il grande debito per il mutuo stipulato per il patronato e sia in perdita rispetto agli anni scorsi. Vuol dire che un senso di solidarietà verso chi è in sofferenza c'è, si sente, è vivo.

Rendiconto annuale 2019. Niente presentazione, ma anche quest'anno la Diocesi di Padova pubblica il suo bilancio certificato, già disponibile on line. Ampia risposta delle parrocchie a presentare il proprio rendiconto. Nascono tre fondazioni per altrettante rsa. I conti confermano che le parrocchie sono chiamate a un discernimento sui beni necessari oggi. La gestione dipende sempre dalle scelte pastorali

In un tempo dove l’immagine e il simbolo valgono molto, a livello di comunicazione è impossibile non adeguarvisi. E così l’ufficio diocesano della Pastorale dell’educazione e della scuola ha colto l’invito delle Cucine economiche popolari e della Fondazione Nervo-Pasini a coinvolgere gli studenti nell’ideare e disegnare i loghi di queste due realtà molto attive sul fronte della carità e della solidarietà verso le persone più disagiate.