Diocesi

La scuola San Pio X è pronta a riorganizzare le sue prassi se i centri estivi verranno approvati. Occorrono però indicazioni precise dalle autorità. Si percepisce la fatica delle famiglie di coniugare i tempi di vita e di lavoro, per questo le insegnanti mantengono contatti frequenti

I volontari, pur di fronte all’emergenza sanitaria in atto, non si sono persi d’animo. Portando il bollettino parrocchiale in tutte le famiglie hanno dato un segnale di speranza, oltre che far conoscere iniziative utili come la distribuzione di buoni spesa

A Padova il 12 maggio si celebra la memoria di san Leopoldo. I frati cappuccini di piazzale Santa Croce invitano, di solito, un vicariato della Diocesi ad animare la novena e la festa. I fedeli arrivano da tutta Italia per partecipare ai riti religiosi e sostare in preghiera davanti alla piccola cella del santo della Misericordia.

Prosegue mercoledì 13 maggio, l’appuntamento con la preghiera del santo rosario guidata dal vescovo Claudio, da diverse chiese e santuari del territorio diocesano dedicati alla Vergine Maria. Mercoledì 13 maggio, la preghiera, che sarà trasmessa in diretta youtube dal canale della Diocesi di Padova e televisiva dal canale 88 del digitale terrestre (Tv7 Azzurra), si svolgerà a porte chiuse alle ore 20.30 dal santuario della Madonna Pellegrina a Padova.

“Scusami, sono in videoconferenza” è il titolo del dialogo tra Annamaria Rondini, esperta di antropologia, e il teologo Andrea Grillo. L’appuntamento – martedì 12 maggio alle 20.45, in videoconferenza... naturalmente – è promosso dal collegio Gregorianum in occasione dell’uscita del volume Telefonare, Cittadella editrice, collana Riti del vivere, dei due ospiti.

Ai tempi del Coronavirus la carità non si ferma! Caritas Padova l’ha sottolineato fin dall’inizio dell’emergenza nei fatti, ma anche lanciando alcune campagne di sensibilizzazione per dare voce alle possibilità di solidarietà semplici e quotidiane come la campagna #Ciaocome stai?-#ChiAmaChiama, per sollecitare a telefonare a persone sole, anziane, amici e conoscenti per scambiare due chiacchiere, rassicurare e far sentire meno la solitudine o attenuare paure e preoccupazioni conseguenti alla situazione di emergenza sanitaria.