Capodanno Caritas. Il Capodanno che spalanca il cuore

Per il nono anno di seguito la Pastorale dei Giovani e Caritas Padova organizzano una giornata di festa, per i giovani dai 18 ai 35 anni,  il 31 dicembre, aperta a chi vuole vivere un’esperienza di servizio accogliente, divertente, emozionante. Un capodanno diffuso, dove piccoli gruppi di volontari animano diverse realtà del territorio (case di riposo, case di accoglienza, comunità per minori, …). Poi alla sera cena e festa tutti insieme presso la palestra del Seminario Minore di Rubano (via Rossi 3, Rubano). 

Capodanno Caritas. Il Capodanno che spalanca il cuore

Torna anche quest’anno la proposta della Pastorale dei giovani e di Caritas Padova per Capodanno. «Una giornata di festa – racconta Giorgio Pusceddu dell’Ufficio di pastorale dei giovani – giunta alla nona edizione, aperta a chi vuole vivere un’esperienza di servizio accogliente ed emozionante. L’intento è far "assaggiare" ai giovani un incontro in diversi ambiti, che stimoli curiosità e abbatta barriere mentali. Il punto di forza di questa proposta è l’essere una porta di ingresso che permette di incontrare persone e realtà, dalla disabilità ai migranti, dai senza dimora agli anziani fino alle case famiglia, che nella vita quotidiana difficilmente si incontrano. Quanti ragazzi ad esempio sono entrati in un centro di accoglienza per migranti? Il tutto racchiuso in una cornice leggera e allegra, scanzonata, perché vogliamo anche divertirci!».

Una specie di “Capodanno diffuso” che prende il via già dal mattino del 31 dicembre, con il ritrovo di tutti i volontari alle 9.30 al seminario minore di Rubano dove, dopo una colazione condivisa, si svolgono alcune attività di conoscenza fra i partecipanti, ma anche sulle realtà dove si andrà poi a prestare servizio.

«Solitamente – spiega Giorgio Pusceddu – proponiamo una testimonianza alla quale segue un momento di dialogo e formazione. Quindi dopo il pranzo al sacco prende il via il “Blitz-party”, che quest’anno avrà un inizio particolare perché i ragazzi dovranno risolvere un gioco per giungere alla realtà prescelta».

Diverse le attività che poi si possono svolgere, a seconda delle caratteristiche di ogni realtà e del gruppo che anima. Si può quindi fare una piccola merenda insieme, organizzare attività di gioco, balli, canti, tombolata, o semplici incontri per dare un regalino. Per le 19 è previsto il rientro in seminario e dopo un momento di condivisione delle esperienze vissute con una preghiera di ringraziamento per l’anno che sta finendo, via alla cena e poi festa tutti insieme presso la palestra del seminario.

Iscrizioni aperte fino al 26 dicembre

Per partecipare al Capodanno Caritas è necessario iscriversi entro il 26 dicembre compilando il modulo sul sito www.giovanipadova.it Info: tel. 329 4040706.

Antonianum, esercizi spirituali d'Avvento

Dal 6 all'8 dicembre, il gesuita padre Mario Marcolini guiderà a casa Sacro Cuore a Torreglia gli esercizi spirituali d'Avvento del centro ignaziano Antonianum di Prato della valle. Iscrizioni: pl.sattanino@libero.it e antonianum.info

Primo simposio a Santa Giustina

Lunedì 9 dicembre si terrà il primo simposio dell'anno accademico dell'Istituto di liturgia pastorale di Santa Giustina. Alle 15.30 il prof. Angelo Maffeis affronterà il tema dei sacramenti nel Concilio di Trento.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: capodanno (7), caritas (206), pastorale-giovani (6)