Scuola. La scuola da ripensare a partire dagli insegnanti

Il Covid ci ha travolto tutti, confinandoci in casa e infondendo paura e disorientamento.
Per un momento la novità della didattica a distanza ha acceso la creatività. Poi però, all'entusiasmo iniziale, è seguita la consapevolezza che è come tenersi per mano con la punta delle dita: basta un niente per staccarsi e separarsi per sempre. No, questa non è proprio la scuola che vorremmo, perché la scuola e uno spazio fisico prezioso e insostituibile che oggi più che mai deve essere ripensato.

Scuola. La scuola da ripensare a partire dagli insegnanti
Innanzitutto occorre ripartire dalla figura dell'insegnante che deve assolutamente avere le competenze umane e didattiche per ricoprire un ruolo così delicato. Garantite queste, va restituita dignità professionale ed economica: l'insegnante investe tutto se stesso per accrescere la creatività e la conoscenza dei suoi alunni e i suoi alunni disegneranno la società del futuro. È lui a seminare il granellino di senape che genererà frutto.Poi ripensare agli spazi: 25 studenti in 25 mq non ci possono proprio stare e per quanto...