Fatti

L'Oms alza il rischio globale da moderato a elevato. In Italia ad oggi nessun caso di contagio. Il ministero della Salute attiva un numero verde e una pagina dedicata mentre il presidente dell’Istituto superiore di sanità assicura che il Sistema sanitario nazionale è pronto ad affrontare l'emergenza

Otto nuovi spazi dedicati a bambini e genitori: grazie anche alla collaborazione con l’Unicef il Comune di Padova, nell’ambito del progetto “Alleanze territoriali per la famiglia” allestirà dei “Baby Pit Stop” negli uffici comunali.

Quale bilancio tracciare di quest’anno? E come uscire da una situazione che sembra bloccata? Il Sir lo ha chiesto a una delle voci più ascoltate nel panorama culturale ed ecclesiale venezuelano, padre Luis Ugalde, gesuita, già rettore dell’Università Cattolica Andrés Bello, storico e teologo. “A volte quello che non succede in tanti mesi – dice – accade in pochi giorni”. Insomma, il “cambiamento” più volte invocato anche dai vescovi, potrebbe anche essere dietro l’angolo anche se, stando ai fatti, “ci vuole pazienza”. Ma “la sconfitta del regime è inevitabile

Mascherine prima di entrare in Chiesa, niente acqua santa all’ingresso delle Chiese, microfoni ripuliti subito dopo il loro uso, nello scambio della pace si annuisce con la testa ma nessuna stretta di mano e soprattutto il sacerdote deve lavarsi le mani prima e dopo l’Eucarestia, usare mascherine chirurgiche e posizionare l’ostia “delicatamente sul palmo della mano” evitando il più possibile il contatto fisico diretto.

La data ufficiale del "recesso" di Londra dal resto dell'Unione europea è fissata al 31 gennaio. E si profilano problemi concreti per i cittadini Ue che vivono sull'isola. Pietro Molle, presidente del Comites, il comitato che rappresenta gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Londra, racconta i problemi e le preoccupazioni che stanno sorgendo tra i connazionali, specialmente i più avanti con l'età. Senza un particolare visto (“settled status”) si è tagliati fuori

Vent’anni di politiche e azioni per aiutare i disabili e le categorie protette a trovare lavoro. A due decenni dall’entrata in vigore della legge 68/1999 sul collocamento obbligatorio la Regione Veneto fa il punto lunedì 27 gennaio al Centro Congressi della Fiera di Vicenza con il convegno “I vent’anni della legge 68. Traiettorie verso il futuro dall’inserimento lavorativo all’inclusione”.