Fatti

Il Fondo sociale europeo è stato potenziato per dare risposte più efficienti ai problemi di oggi e per rafforzare la dimensione sociale dell’Unione europea. La Commissione per l’occupazione del Parlamento ha votato a favore dell’aggiornamento delle norme contro la disoccupazione e la povertà in Europa proponendo un Fondo sociale europeo più nuovo e semplice, il Fondo sociale europeo plus (ESF+)  e chiede un’attenzione particolare per la disoccupazione giovanile e per i bambini. È previsto anche l’aumentare dei fondi dell’ESF+ nel bilancio a lungo termine 2021-2027 dell’Ue.

In Europa - secondo il rapporto Amnesty 2018 - l’anno è stato caratterizzato “dall’aumento dell’intolleranza, dell’odio e della discriminazione, in un contesto di progressivo restringimento degli spazi di libertà per la società civile”. Richiedenti asilo, rifugiati e migranti sono stati “respinti o abbandonati nello squallore mentre gli atti di solidarietà sono stati criminalizzati”.

“La delusione per lo sfiorire della ripresa e per l’atteso cambiamento miracoloso ha incattivito gli italiani” che “si sono resi disponibili a compiere un salto rischioso e dall’esito incerto, un funambolico camminare sul ciglio di un fossato che mai prima d’ora si era visto così vicino” proprio perché “la scommessa era poi quella di spiccare il volo”.

“Proprio ieri sera ho celebrato la messa per la festa di Santa Barbara, patrona dei vigili del fuoco, con il distaccamento dei pompieri di Poggio Mirteto, a cui apparteneva una delle vittime dell’esplosione”. Così  il vescovo della diocesi di Sabina-Poggio Mirteto, mons. Ernesto Mandara, dopo l’esplosione avvenuta mercoledì in un’area di servizio nei pressi di Borgo Quinzio che è costata la vita a due persone e ha provocato 17 feriti finora accertati.

Il rendiconto sociale dell'Inps. Relativamente al reddito d'inclusione, le domande presentate al 30 settembre 2018 sono state 787.982, poco meno del 50% dei nuclei stimati dall'Istat in situazione di povertà assoluta. Alla stessa data le domande Rei accolte sono risultate 375.799, il 47,7% del totale

L'occupazione in Veneto continua a crescere, seppure a un ritmo meno sostenuto rispetto allo scorso anno. È quanto emerge dai dati della Bussola trimestrale sul mercato del lavoro regionale a cura dell'Osservatorio di Veneto Lavoro. Nell'ultimo anno i posti di lavoro dipendente sono cresciuti in regione di circa 37 mila unità, nonostante il terzo trimestre dell'anno si sia rivelato negativo, come sempre accade in tale periodo per la conclusione dei contratti di lavoro stagionale, con una perdita di 11.500 posti.

Per la prima volta dopo dieci anni l’Istat osserva che i nuovi cittadini sono meno dell’anno precedente: sono soltanto quasi 136mila, un calo del 26,4%.

Per l’Argentina e per la sua capitale è un momento storico: per la prima volta un vertice del G20 si tiene in una città dell’America Latina, il Paese non ha mai ospitato un evento politico di tale portata. Ma tutto ciò avviene nel momento peggiore possibile: il Paese è ripiombato in una gravissima crisi monetaria ed economica, la povertà è in grande aumento e i momenti della preparazione del vertice sono stati vissuti in un clima di tensione

I nuovi orari ferroviari entreranno in vigore domenica 9 dicembre 2018. Lo annuncia l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, evidenziando che con “la loro introduzione puntiamo, insieme a Trenitalia, ad aumentare l’offerta nelle aree a maggior domanda, soprattutto di lavoratori e studenti, e a razionalizzare i servizi nei bacini con scarsa domanda e bassissime frequentazioni”.