Fatti

Mentre è ancora bloccata al largo delle coste di Lampedusa la nave Sea Watch, con 43 persone a bordo (10 sono state fatte sbarcare due giorni fa) parla al Sir don Carmelo La Magra, parroco di San Gerlando, la parrocchia dell'isola: "A Lampedusa gli arrivi di migranti con piccole imbarcazioni non si sono mai fermati"

I dati forniti dal rapporto Gimbe 2019 sono sconfortanti: spendiamo poco e male, riducendo gli investimenti e senza una strategia d'insieme fra privatizzazioni e sprechi assortiti. La sostenibilità del sistema sanitario nazionale è dunque sempre più labile e precaria. Negli ultimi dieci anni nessun governo ha messo la spesa sanitaria al centro della propria programmazione.

Nella sede di Bruxelles dell'Eurocamera giungono alla spicciolata i nuovi eurodeputati. Le pratiche da sbrigare, gli uffici non ancora assegnati, il badge, la ricerca degli assistenti... Saranno in carica dal 2 luglio, giorno in cui prenderà avvio la prima sessione plenaria a Strasburgo. Nel frattempo trattative in corso tra i gruppi politici: in agenda le priorità per la legislatura 2019-2024 e l'assegnazione dei "top job"

Deciso dal governo di Hong Kong un rinvio della contestata legge sulla estradizione dopo le manifestazioni dei giorni passati. Padre Renzo Milanese, parroco ad Hong Kong: “Vedremo cosa succede, non è che questo rinvio comporti grande speranza. Purtroppo questo genere di cose non vengono decise da Hong Kong, ma molto più in alto, da Pechino". Oggi è stata una giornata più tranquilla

Il commissario tedesco ha illustrato la proposta che l'esecutivo trasmette alle autorità di bilancio - Parlamento e Consiglio - per definire le risorse necessarie alle politiche comunitarie del prossimo anno. Impegni per 168 miliardi. Fondi per Erasmus+, Galileo, occupazione giovanile, protezione civile, piccole e medie imprese, controllo frontiere, aiuti umanitari

Una guerra combattuta con le armi della tenerezza e della fragilità: sono i ragazzi di "Al Safina" di Damasco, una delle tante comunità sparse nel mondo de L’Arche, la grande famiglia di accoglienza di disabili, fondata da Jean Vanier. A dispetto della loro vulnerabilità hanno aperto le porte della loro casa nella città vecchia della capitale siriana e durante la guerra hanno accolto tanti sfollati disabili e poveri delle aree rurali e aiutato la Caritas. Oggi a colpi di tenerezza e di amore ricostruiscono la Siria, partendo dai cuori degli ultimi.