Giornata minori abusati, Cismai: “Servono un monitoraggio e politiche sul lungo periodo"

In occasione della Giornata europea contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale sui bambini e gli adolescenti, Gloria Soavi ribadisce la necessità di un osservatorio permanente e di un monitoraggio adeguato. Dal governo stanziati 5 milioni per progetti per la protezione dell’infanzia

Giornata minori abusati, Cismai: “Servono un monitoraggio e politiche sul lungo periodo"

MODENA – Cinque milioni di euro di fondi pubblici per finanziare progetti per la protezione dell’infanzia: è l’iniziativa del Dipartimento per le politiche della famiglia, che proprio oggi pubblica il bando. Oggetto dei progetti, i bambini vittime di maltrattamenti a sfondo sessuale. La scelta della data non è casuale: oggi, infatti, è la Giornata europea contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale sui bambini e gli adolescenti, mentre mercoledì sarà il 30esimo anniversario della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il bando è rivolto a enti locali, pubblici, associazioni e scuole: i progetti presentati potranno occuparsi di svariati temi. Dalla prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza tra pari all’abuso e lo sfruttamento sessuale a danno dei minori attuato anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. L’obiettivo del bando e dei successivi finanziamenti è migliorare la capacità di prevenire e individuare e interrompere episodi di violenza che abbiano come protagonista o come vittima un bambino o un ragazzo.

“Mi sembra un’ottima iniziativa – commenta Gloria Soavi, presidente Cismai, il Coordinamento italiano dei servizi contro il maltrattamento e l’abuso all’infanzia –. Il nostro auspicio è che, presto, questi interventi da spot diventino stabili. Servono strutture e servizi che rimangano: solo con dati trasparenti e confrontabili è possibile ragionare su politiche adeguate”. Soavi sottolinea l’importanza di parlare, in tutte le occasioni possibili, di temi come abusi e maltrattamenti: “Sono temi drammatici da affrontare, ma non è che se non se parla o, anzi, si negano, allora spariscono. Solo prendendo atto di questo fenomeno si potranno offrire adeguati strumenti per la prevenzione, invece che correre ai ripari quando, ormai, la situazione è già compromessa”.

Bambini abusati a livello intrafamiliare o extrafamiliare, bambini vittime di sfruttamento sessuale, pedopornografia e abuso online, fenomeno ancora di dimensioni non completamente note: il quadro è composito e sfocato, perché mancano dati ufficiali. Anche quest’anno Cismai realizzerà una campagna di rilevamento dati: “Ne siamo orgogliosi, ma non è sufficiente: è necessario un osservatorio nazionale stabile che monitori annualmente e rigorosamente per individuare le tendenze e proporre risposte idonee ai territori”. Gli ultimi dati parlano di un 4 per cento di minori abusati in Italia, dato inferiore alla media di altri Paesi europei, che si attesta tra i 7 e il 10 per cento: “L’impressione è che siamo di fronte a un sommerso che emergerà solo sul lungo periodo. Certo, poi la situazione non è affatto omogenea: in termini di strutture e servizi, sono grandi le differenze tra Nord e Sud. L’aspetto dal quale si dovrebbe partire è il lavoro sinergico dell’ambito educativo, sociale e sanitario”. La presidente di Cismai denuncia anche l’assenza di linee guida nazionali per l’ascolto.

In attesa di nuove misure, Soavi chiede il controllo sull’applicazione della normativa vigente: “Ci sono leggi buone, come la numero 66 del 1996, ci sono accordi buoni, come la convenzione di Lanzarote. Ma non ci sono sufficienti garanzie della loro effettiva applicazione. Ecco, già solo mettere in pratica, correttamente, l’esistente, potrebbe essere un primo passo”. L’occasione per fare il punto a livello mondiale sul tema abuse/neglect – abuso/maltrattamento – sarà il prossimo giugno a Rimini, quando dal 21 al 25 si riuniranno tutte gli attori coinvolti per il prossimo Convegno Internazionale su Maltrattamento e Abuso all’Infanzia di Ispcan , International society for the prevention of child abuse & neglecr, organizzato proprio da Cismai.

Ambra Notari

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Redattore sociale