Sisma in centro Italia: “Servono una legge nazionale e governance stabile”

La campagna #Sicuriperdavvero di Actionaid raccoglie dai territori proposte concrete da consegnare a governo e al parlamento a gennaio 2020. "Spazi di partecipazione perché la voce delle persone siano ascoltate dai decisori politici"

Sisma in centro Italia: “Servono una legge nazionale e governance stabile”

ROMA - “Una legge nazionale organica e una governance stabile per la prevenzione e la ricostruzione”. E’ quello che chiede ActionAid alla vigilia del terzo anniversario del sisma del Centro Italia: sono passati 1.095 giorni dalla prima scossa che ha dato inizio agli eventi sismici che si sono abbattuti in centro Italia causando oltre 300 vittime e danni agli edifici pubblici e residenziali, alle imprese, alle vie di comunicazione e ai beni culturali delle quattro regioni (Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo) per un valore stimato di 23 miliardi di euro.

L’organizzazione ha lanciato la campagna #sicuriperdavvero  lo scorso aprile, un “luogo di incontro e scambio tra esperienze nato per mettere in rete enti, istituzioni, professionalità, banche dati, comitati, attraverso eventi sul territorio e in rete". L’obiettivo è realizzare, sulla base di questo processo di partecipazione, raccomandazioni e proposte legislative, che verranno consegnate al Governo e al Parlamento a gennaio 2020
“Oggi come allora, abbiamo sempre cercato di essere vicino ai cittadini e alle cittadine per creare spazi di partecipazione e informazione, per assicurare che la voce delle persone che hanno visto distrutti i loro paesi, le loro città e hanno perso familiari, amici e conoscenti siano accolte e ascoltate dai decisori politici  – ricorda Elisa Visconti, responsabile Dipartimento Programmi di ActionAid - Da tre anni lavoriamo al loro fianco ad Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto con progetti finalizzati a incentivare e sostenere le spinte delle comunità per la ricostruzione materiale e sociale dei propri territori”.  “Diciamo con forza che serve affrontare in maniera organica e seria la vera emergenza sicurezza nel nostro paese, ovvero il fatto che l’Italia è esposta e sottoposta in maniera drammaticamente ciclica a eventi sismici e disastri naturali. Lo diciamo attraverso la campagna #Sicuriperdavvero, lanciata il 6 aprile a L’Aquila per chiedere una legge nazionale organica e una governance stabile per la prevenzione, risposta e ricostruzione”, conclude Visconti . Dopo i primi appuntamenti di #Sicuriperdavvero, che hanno toccato L’Aquila i primi di aprile, poi Perugia, Arquata del Tronto, Bologna e Roma, a fine settembre la campagna farà tappa a Reggio Calabria per discutere del tema della percezione e prevenzione del rischio sismico, e nel mese di ottobre di nuovo a L’Aquila nell’ambito del Festival della Partecipazione.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Redattore sociale