Idee

Due donne su tre, anche in Europa, non denunciano le violenze subite, per paura e per evitare ripercussioni sui figli. Ma è una scelta che alla fine non paga. Dopo la giornata mondiale, per non dimenticare l'urgenza del tema.

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne che si celebra questa domenica invita a riflettere sulle ragioni culturali e sociali di un fenomeno che continua ad aumentare.

Il decreto Sicurezza ora al vaglio della Camera desta preoccupazione nelle Acli e in altre numerose organizzazioni nazionali per un provvedimento che rischia di innalzare l'irregolarità. Lo Sprar viene "sacrificato" a favore dell'accoglienza straordinaria attuata con i Cas. Strutture di qualità oggettivamente inferiori.

I partner europei, e chi dall'estero ha prestato soldi allo Stato italiano, non vogliono che si aggiunga altro debito pubblico e premono tutti insieme perché si torni a un sentiero di prudenza. Il Governo ne intravede invece un prolungamento di quell'austerity che frena l'espansione e non vuole rinunciare alle promesse della campagna elettorale

Al di là dei numeri, la Chiesa in Italia e i cattolici italiani hanno sempre avuto e non possono non avere una connotazione “popolare”. Perderla, anche solo nell’auto-consapevolezza, sarebbe imperdonabile. Al contrario è un principio di azione, per lanciare un’opera di ri-ordinamento. A cominciare da una azione critica, di denuncia delle propagande e delle falsità e di proposta a partire dai bisogni reali

I disastri che hanno colpito l'Italia a inizio novembre non sono casuali né inaspettati. Ci ricordano invece le implicazioni morali delle scelte politiche, economiche, personali che siamo chiamati ad assumere, come singoli e come parte di una comunità, per rispondere alla grave crisi socio-ambientale.

La Chiesa e l'Ici. La sentenza della Corte di giustizia Ue sulle imposte non versate dagli enti non profit ha riaperto una polemica pretestuosa e strumentale. Eppure la Chiesa ha sempre pagato tutte le tasse dovute. Nel 2011 la nostra diocesi ha versato 660 mila euro di Ici. Hanno pagato perfino le Cucine economiche popolari.

Una santità tangibile, umana, che si nutre della Parola di Dio, che rende concreta la possibilità di amare come Gesù. È una santità non studiata a tavolino o frutto di una elaborazione mentale, ma una santità che si sviluppa nel tempo, che abbraccia tutta la persona che cerca costantemente in ogni situazione il volto del Signore e quello degli uomini e delle donne di oggi.

“La Corte di giustizia Ue: l’Italia recuperi l’Ici non versata dalla Chiesa” è il titolo con cui molte testate giornalistiche hanno dato notizia della sentenza che, il 6 novembre scorso, ha posto un ulteriore tassello nell’intricata vicenda che da anni coinvolge l’esenzione dalle imposte municipali concessa dal nostro Paese ad alcuni immobili destinati ad attività socialmente meritevoli. 

La leader tedesca ha discusso con gli eurodeputati sul futuro dell'integrazione. "Restiamo uniti per affrontare le sfide globali". Solidarietà e tolleranza gli elementi per proseguire il cammino. Tra le proposte futuribili un esercito comune, urgente invece farsi carico delle pressioni migratorie che sono un "problema europeo". Silenzio invece su Uem e unione bancaria

Una battaglia che ogni giorno impegna la coscienza. “Spazio ai giornali per combattere le fake news”: Laurene Powell Jobs, vedova di Steve Jobs, fondatore di Apple, esprime questa convinzione agli studenti riuniti dall’Osservatorio Giovani Editori agli inizi di novembre a Firenze.