Le mani della Cina su Banco Tre Venezie

La "banca delle imprese" nata nel 2006 potrebbe essere il prossimo ghiotto boccone di Pechino, pronta a iniettare milioni di denaro fresco nell'istituto. Si profila, di fatto, il controllo di Project group Asia investment su Banco delle Tre Venezie: un’iniezione di 22 milioni nel capitale sociale (44 milioni 638 mila euro) dell’istituto di credito costituito il 24 luglio 2006 a Padova di fronte al notaio Lorenzo Todeschini.

Le mani della Cina su Banco Tre Venezie
Un’operazione del gruppo finanziario con base a Hong Kong che necessita del via libera da parte di Bankitalia. Alla notizia (pubblicata dal Gazzettino del 14 settembre) fa riscontro un “dettaglio” nel data base consultabile in rete grazie a The international consortium of investigative journalists. La società-madre Project group Asia risulta registrata il 20 gennaio 1993 nelle Isole Vergini, territorio d’oltremare del Regno Unito e centro offshore a livello internazionale. Per di più, si ottiene la conferma che Pga...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.