Una buona democrazia chiede buoni sindacati

Sabato 9 la manifestazione unitaria. Il coinvolgimento dei corpi sociali è un ingrediente fondamentale e la necessità di un loro profondo rinnovamento non può costituire un alibi per scorciatoie dirigiste

Una buona democrazia chiede buoni sindacati
Il cambio alla guida della Cgil e la manifestazione unitaria del 9 febbraio possono segnare l'inizio di una nuova fase per i principali sindacati italiani. La crisi in cui si dibattono viene da lontano, dalle trasformazioni che hanno investito la stessa “forma” del lavoro. Questo fattore specifico, però, oggi si intreccia con il momento più acuto di una generale crisi dei soggetti della rappresentanza collettiva. Tale crisi ha coinvolto anche i sindacati che pure hanno mostrato una capacità di tenuta molto superiore a...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.