L'editoriale del mese

Inizia un nuovo anno. E ci accompagna come sempre la figura del nostro “grande santo Antonio”. È questa l’espressione che usa sovente una amica dell’Associazione per ricordare la grandezza di frate Antonio divenuto famoso per i discorsi e per i miracoli. Forse qualcuno si chiederà se i miracoli avvengano ancora.
Se ci sia anche oggi la possibilità di avere delle grazie speciali, favori divini che superano la conoscenza e le speranze che tecnica e medicina ci offrono. Vi posso testimoniare che l’azione provvidenziale di Dio c’è e si manifesta attraverso l’intercessione dei santi.

A novembre

A nord-est dell’edificato di Tito, un piccolo paese della provincia di Potenza, a circa 15 Km dal capoluogo di regione, su uno dei tre promontori intorno ai quali prese forma l’originario insediamento urbano, sorge il complesso conventuale S. Antonio di Padova, uno dei principali insediamenti francescani lucani.