In agenda

Continuano i “Percorsi di conoscenza del Decreto sicurezza”, promossi da Caritas diocesana di Padova, Avvocato di strada e Associazione migranti di Padova. Ultimi appuntamenti giovedì 28 marzo al Duomo di Monselice e giovedì 4 aprile alle 20.30 in sala Diego Valeri a Padova.

Martedì 26 marzo alle 21 nella chiesa parrocchiale di San Biagio a Legnaro, il direttore del museo diocesano di Padova Andrea Nante e il restauratore veneziano Roberto bergamaschi sveleranno i particolari del prezioso crocifisso policromo quattrocentesco restaurato nel corso del 2018. Di provenienza ignota, l'opera (170 per 170 centimetri) è stata ricavata da un unico tronco di tiglio.

È possibile non usare parole ostili nella comunicazione oggi, soprattutto quella legata ai social? Parte da qui il tema della fragilità del dialogo della decima edizione della Pietra scartata di giovedì 28 marzo dalle 20.45 al teatro dell'Opsa (ingresso libero). L'evento è organizzato dalla Fondazione Fontana e da un coordinamento di associazioni e realtà non profit padovane.

Quale rapporto genitori-figli si può sviluppare in un'ottica pastorale? Cinque film danno il "la" alla proposta lanciata dall'associazione Montagnana film forum attraverso i laboratori di laicità rivolti all'intero vicariato. La rassegna inizia giovedì 21 marzo con la pellicola L'apparizione per poi concludersi il 24 aprile con la commedia Tutti in piedi. «Vorremmo stimolare il pubblico a interrogarsi sull’identità e sulla ricerca delle origini» afferma l'organizzatore Sante Pirondini. 

Down DADI e il Ristorante Ariston organizzano per sabato 2 marzo una cena in cui i ragazzi con sindrome di Down vestono i panni  dei camerieri per una sera per a servire ai tavoli. Il ricavato andrà al progetto “SlowDown Santa Sofia”, il mini-hotel che sorgerà in centro a Padova dove lavoreranno le persone con Disabilità Intellettiva.

Il Tour Teatrale dei NOMADI farà tappa sul palco del Teatro Comunale di Vicenza a favore di Medici con l'Africa Cuamm, sabato 2 marzo. I proventi raccolti dalla serata, infatti, saranno devoluti al programma "Prima le mamme e i bambini. 1.000 di questi giorni" per garantire un parto gratuito e sicuro e interventi nutrizionali a sostegno delle mamme e dei piccoli nei primi 1.000 giorni, cioè il tempo che va dall'inizio della gravidanza fino ai due anni di vita.