Codiverno: 20 anni del centro parrocchiale. La comunità riparte con slancio

Tre giorni pensati per incontrarsi e dare avvio al nuovo anno pastorale. Due gli eventi catalizzatori: la festa della Madonna del trasporto e il 20° anniversario del centro parrocchiale e dell’associazione 2000 Noi-Noi 2000.  Il prossimo fine settimana, il 25 ,26, 27 settembre a Codiverno non mancano le occasioni per ritrovarsi.

Codiverno: 20 anni del centro parrocchiale. La comunità riparte con slancio

Sono due gli eventi che vengono ricordati il prossimo fine settimana – il 25, 26 e 27 settembre – a Codiverno di Vigonza: la festa della Madonna del trasporto e il 20° anniversario del centro parrocchiale, dedicato a san Domenico Savio, e dell’associazione 2000 Noi-Noi 2000. Tre giorni pensati per incontrarsi e dare avvio al nuovo anno pastorale: «La parrocchia desidera ripartire non solo a livello liturgico, ma anche comunitario – tiene a precisare don Fernando Fiscon, il parroco – E questi eventi devono proprio aiutarci a ripartire».

Ricordare il passato per guardare al futuro: in centro parrocchiale viene allestita una piccola esposizione di foto dei 20 anni della struttura, nata grazie all’impegno di tutta la comunità con l’allora parroco don Aldo Manfrin. Un centro parrocchiale vivo e partecipato, uno dei pochi aperto dalle 8.30 del mattino fino alle 23. Oltre alle consuete attività, in patronato hanno sede anche due associazioni: quella del libro parlato, Senti chi parla, e la scuola di musica Padovarte. Le due realtà partecipano attivamente anche ai due giorni di festa dedicati al patronato: il 25 la Maratona di lettura, promossa dalla Regione Veneto, cui aderisce anche il comune di Vigonza si sposta proprio nella sede dell’associazione che registra i libri per i non vedenti. Alle 21, letture e musica (anche in diretta radio) su “Parole in viaggio: da Codiverno al Polo Nord”, tratte da La conquista del Polo Nord di Umberto Nobile e Roald Amundsen, con Patrizio Zanella e gli attori Federico Pinaffo e Eros Papadakis.

Il 26, invece, serata per giovani e famiglie con panini e musica dal vivo con la scuola Padovarte. Infine il 27 il programma si riallaccia alle antiche tradizioni in cui la sagra era festeggiata proprio a fine settembre. «Ora – spiega don Fernando Fiscon – la sagra si festeggia alla Madonna del Carmine, ma da sempre ci ritroviamo per la processione del Madonna del trasporto. Un appuntamento per testimoniare le fede che quest'anno assume anche un significato in più: è un rinsaldare le relazioni e il cammino comunitario dopo la lunga pausa». La prima processione risale al settembre del 1824, quando la statua della Beata Vergine Carmelitana venne donata e trasportata dalla nobile famiglia dei Linguazza di Mejaniga alla parrocchia della Santissima Trinità di Codiverno. Un tempo la processione partiva da Cadoneghe, ora invece dal capitello in viale Vittorio Veneto fino alla chiesa. Domenica 27 quindi alle 9.15 processione e poi, dopo la celebrazione della messa, pranzo comunitario (su prenotazione) e lotteria (trasmessa anche in diretta streaming sulla pagina Facebook della parrocchia).

A Peraga

Festa della comunità il 2, 3 e 4 ottobre a Peraga, in occasione della Madonna del Rosario che ricorre il 7 ottobre. Tre serate per ritrovare il gusto di stare insieme: in programma oltre alla possibilità di mangiare baccalà, pesce fritto o i cosiddetti “panini onti” (anche per asporto e consegna a domicilio), estrazione a premi e sabato e domenica dalle 16.30 alle 18.30 visita guidata della chiesa in occasione dei 200 anni dalla consacrazione.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: Madonna-del-trasporto (1), Codiverno (7), anniversario (18)