Il Welcome Festival 2019 è all'Arcella: due settimane di eventi sul senso dell'accoglienza

Nato nel 2018, su impulso di una volontaria francese, il Welcome Festival torna dal 16 al 30 ottobre per due settimane ricche di eventi, workshop, esibizioni e mostre all'interno del quartiere Arcella. Credendo nell’arte e nella creatività, per l’edizione 2019, il filo conduttore è il tema della migrazione e dell’accoglienza: volontari locali, europei, rifugiati e associazioni partner si intrecceranno in una rete vitale. 

Il Welcome Festival 2019 è all'Arcella: due settimane di eventi sul senso dell'accoglienza

Quando Adeline Labbé, ragazza francese laureata in scienze politiche, è arrivata a Padova nell’ottobre 2017 ancora non si immaginava che di lì a poco avrebbe lasciato un piccolo segno positivo e propositivo nella città. Arrivata come volontaria all’interno dell’associazione culturale Xena , come suo progetto personale aveva proposto di lanciare un festival aperto a tutti utilizzando la creatività per stimolare nuove interazioni e riflessioni sul tema dei rifugiati, promuovendo la loro partecipazione. Da questa miccia propagatrice si è acceso il Welcome Festival che, se nel 2018 è durato tre giorni dal 23 al 25 marzo, quest’anno è ancora più vivo e denso di eventi e significati.

Workshop, eventi e mostre dal 16 al 30 ottobre

Per due settimane, dal 16 al 30 ottobre, il Welcome Festival propone nel quartiere Arcella una ventina di eventi tra workshop, talking, mostre fotografiche, esibizioni e attività interattive (qui potete sfogliare il calendario). Per l’edizione 2019, il filo conduttore è il tema della migrazione e dell’accoglienza, come suggerisce il logo della manifestazione con due mani che, nell’atto di stringersi per conoscersi, finiscono con il perdere le proprie linee di demarcazione. Il festival vuole creare momenti e spazi adatti a facilitare l’incontro interculturale e il dialogo su identità, senso di appartenenza e comunità, ancora una volta credendo nell’arte e nella creatività. E lo fa attivando una coinvolgente rete di associazioni, cooperative e professionisti che si intrecciano con una dozzina di volontari locali, altrettanti volontari europei e uomini e donne rifugiati.

La sinergia tra volontari europei e rifugiati

Ognuno porta il proprio contributo, la propria idea per stilare il programma degli eventi, la propria disponibilità e competenza, ed è esattamente il dinamico intreccio tra rifugiati e volontari europei a caratterizzare il festival che è anche un momento formativo per i ragazzi stessi: «Spesso l’età media dei richiedenti asilo è la stessa dei volontari europei e, pur avendo un background di storie e di vita completamente differenti che non possiamo accostare per analogie, si trovano a vivere esperienze all’estero trovandosi dinanzi a difficoltà per certi aspetti simili – spiega Daniela Di Nora di Xena – Sia per i volontari che per i rifugiati c’è il desiderio di migliorare le proprie possibilità di vita, ampliare le opportunità di trovare un lavoro soddisfacente, imparare una nuova lingua e scegliere di vivere in un altro paese. Certamente i percorsi sono differenti e anche le motivazioni, i volontari devono riflettere sui privilegi della mobilità che danno per acquisito. Nel corso delle esperienze, noi e i nostri partner ci siamo resi conto che in alcune circostanze i rifugiati instaurano rapporti con i volontari al punto che confidano difficoltà personali o perplessità a loro anziché parlare con l'operatore».

Welcome, cos'è il progetto Sve Strategico?

Ingrandendo lo sguardo, Adeline nel 2017 è stata la prima dei 50 volontari che in tre anni sono passati e arriveranno a Padova grazie a Welcome, un progetto Sve Strategico (Servizio Volontario Europeo) finanziato dal programma Erasmus+ e pensato per mobilitare giovani europei attorno alla tematica dell’accoglienza, aumentando le loro competenze e l’impatto sulle comunità in cui i volontari svolgono l’esperienza. Welcome, e le sue diramazioni sul territorio come lo stesso festival, è tra i pochissimi progetti di questo tipo scelti e approvati in Italia dall’Agenzia Nazionale Giovani. I partner ufficiali di Welcome sono l’associazione Mimosa, cooperativa Il Sestante, cooperativa Equality, il Gruppo R della cooperativa Polis, l’associazione Khorakhanè, cooperativa Orizzonti e Almaterra. Xena coordina il progetto che quest’anno ha ottenuto un contributo dal bando “Città delle idee” del Comune di Padova.

Come seguire il Welcome Festival

Si può visitare il Welcome Infopoint in via Giusto de' Menabuoi 4, dal 16 a 30 ottobre dalle ore 16 alle ore 20. Oppure seguire tutti gli aggiornamenti anche sulla pagina Facebook del Welcome Festival . La Difesa del Popolo seguirà il festival attraverso la rubrica Sguardi d'Arcella .

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: welcome festival (4), sguardi arcella (1), sve (9), arcella (191), integrazione (34), accoglienza (178), rifugiati (39), xena (6), volontari (144)