Mosaico

Quale futuro per la coltivazione della canapa in Italia? Martedì 19 marzo alle ore 20.30 si terrà a Conselve, in sala Dante all’interno del municipio, il convegno nazionale organizzato da Acli Terra, in collaborazione con Acli Terra Padova.

A Campodoro è stata aperta in via dello Sport 10 una sede Caa, il Centro di assistenza agricola delle Acli che svolge la sua attività in base ad apposite convenzioni. A breve due nuovi punti anche a Veggiano e Campodarsergo.

Con la modalità del Teatro dell’oppresso, l’associazione Soprusi stop e cinque compagnie di Acli arte e spettacolo hanno realizzato per il teatro Hikikomori frutto di una profonda riflessione sui social media e la deriva digitale. 

Grazie a un finanziamento triennale erogato da Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, il progetto delle Acli di Padova e Rovigo Rete solida, che ridistribuisce le eccedenze alimentari a chi è nel bisogno, avrà la possibilità di intensificarsi sul territorio compreso tra le due province.

Molte le novità per la dichiarazione dei redditi 2018. Dalla detrazione più alta per le spese scolastiche al bonus per gli abbonamenti dei mezzi pubblici. I Caf Acli della provincia di Padova sono a disposizione per la compilazione da parte dei cittadini.

Giulio è nato quattro anni fa senza il braccio destro. In questi giorni sta provando la sua nuova protesi mio-elettrica, con la quale riesce per la prima volta ad aprire e chiudere la mano: la mamma pubblica in rete il video che riprende la sua reazione. E diventa subito virale

"I folletti nella terra del fuoco" è il carro mascherato 2019 realizzato dalle mani operose dei genitori e dei nonni dei piccoli alunni della scuola per l'infanzia "La Città dei bambini" dell'Irpea a Rubano. Anche coreografie, musiche e costumi sono frutto della passione di questo gruppo di amici.

L’acqua dolce, risorsa indispensabile e non rinnovabile, è a rischio anche in Europa. Secondo gli ultimi dati, infatti, il 60% di fiumi, ruscelli, laghi e zone umide europee non è in buona salute e questo nonostante l’Eu sia dotata di una forte normativa sull’acqua. Nell’ultimo report pubblicato a fine febbraio, la Commissione Europea denuncia gravi mancanze nell’applicazione della Direttiva europea Acque (2000/60/CE): gli Stati Membri non sono sulla buona strada per conseguire, entro il 2027, l’obiettivo del “buono stato ecologico”, previsto dalla normativa comunitaria per i fiumi, i laghi, le zone umide, i corsi d’acqua, le acque sotterranee e le acque di transizione e costiere. 

La maggior parte delle persone in Europa ha un accesso adeguato all’acqua potabile di alta qualità e a fine ottobre un Direttiva ad hoc ha imposto degli standard qualitativi minimi per l’acqua destinata al consumo umano: da bere, per cucinare o per altri usi domestici, in modo da proteggerci dalla contaminazione e incoraggiare l’uso dell’acqua del rubinetto, un’acqua economica e rispettosa dell’ambiente. Secondo la Commissione europea, l’accesso a un’acqua di migliore qualità potrebbe ridurre il consumo delle bottiglie di plastica del 17% e meno acqua in bottiglia significa anche un impatto positivo sull’ambiente grazie alla riduzione delle emissioni di CO2 e dei rifiuti di plastica.