Arriva la "befana solidale": doni e vicinanza a chi è in difficoltà

Tante le iniziative nel prossimo fine settimana. A Roma festa per cento bimbi di famiglie in difficoltà. A Milano 500 calze a chi vive in strada. La “Motobefana” porta doni in ospedale e a Pistoia il baratto dà nuova vita ai giocattoli

Arriva la "befana solidale": doni e vicinanza a chi è in difficoltà

Roma - Croce Rossa di Roma e Salvamamme, come da tradizione, organizzano per le 10.30 del 4 gennaio, una semplice e dolce festa della Befana per cento bimbi con famiglie in difficoltà, ai quali l’augurio di una buona Epifania sarà rivolto dalla Presidente di Cri Roma, Debora Diodati e da Maria Grazia Passeri, presidente di Salvamamme. L’evento si svolgerà presso la Sede di Croce Rossa Italiana, nel cortile di via Ramazzini 15, sotto la palazzina, dove è ospitata Salvamamme. Calzette della Befana, giocattoli, regali e tanti dolcetti per le famiglie arrivate per festeggiare. La Befana in carne e ossa non mancherà a questo fondamentale appuntamento, atteso con emozione ogni anno: concorreranno al miglior esito dell’evento gli chef Dario Saltarelli, che donerà ad ogni piccolo un panettoncino gourmet, e Bruno Brunori, responsabile eventi della Federcuochi Lazio, con uno dei suoi deliziosi primi piatti. Durante l’evento i bambini smonteranno un grande albero di libri predisposto dai volontari e ne sceglieranno uno da leggere seguendo liberamente la propria ispirazione. “Una festa che tutti i bambini attendono da tempo e a cui noi di Croce Rossa vogliamo aggiungere un significato in più stando vicini a tante famiglie che vivono situazioni difficili ma che non devono sentirsi sole”, spiega Debora Diodati. “A tanti genitori che attraversano un periodo difficile fa molto bene essere sottratti all’isolamento sociale proprio quando arrivano le festività di fine anno”, sottolinea Maria Grazia Passeri. La giornata proseguirà con tanto divertimento per tutti presso le piste di ghiaccio di “Icepark Auditorium” di via De Coubertin e di altre location, offerte come sempre generosamente dall’imprenditore Andrea De Angelis, che accoglierà tanti bimbi accompagnati da “Guido Aggiustagiocattoli”.
Bologna la Befana, dopo la tappa del 3 gennaio all’ospedale Maggiore nel reparto di pediatria e chirurgia pediatrica con Fantateatro e il suo spettacolo “La Befana delle nevi”,  il 5 gennaio sarà alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, struttura dedicata alla ricerca, all’assistenza e al rientro al domicilio delle persone con esiti di coma e all’affiancamento delle loro famiglie nel nuovo percorso di vita. Anche quest’anno, sarà impersonata da Paola Mandrioli, attrice di Fantateatro, erede dell’indimenticata Befana di Carla Astolfi. Mandrioli, sul calesse di Giancarlo Saveri trainato dalla somara Bianchina, percorrerà le strade della città. Il 5 e il 6 gennaio sarà in Piazza di Porta Ravegnana impegnata con gli animatori di Fantateatro nel racconto di favole e nella distribuzione di piccoli doni. Sempre nell’ambito della Befana della solidarietà, domenica 5 e lunedì 6 gennaio il Teatro Duse ospiterà “La Regina delle nevi” di Fantateatro con la regia di Sandra Bertuzzi. L’incasso sarà interamente devoluto alla Casa dei Risvegli. Alla fine dello spettacolo del 6 saranno premiati i bambini delle scuole primarie di Bologna Città metropolitana vincitori del concorso “La Befana dell’amicizia”, per il quale sono stati invitati a raccontare alla Befana qualcosa di speciale fatto per un amico del cuore.
E sempre domani gli operatori e i volontari di Fondazione Progetto Arca, in vista dei festeggiamenti per l'Epifania, saranno  nel piazzale davanti alla Stazione Centrale di Milano per distribuire 500 "calze della Befana" alle persone senza dimora. "Le calze - spiega Progetto Arca- sono calde e indossabili, sia da donna sia da uomo, contenenti un dolce assortimento (cioccolato, panettoncini, caramelle al miele e alla frutta, biscottini)". Un "piccolo gesto per dimostrare vicinanza e calore a chi vive in uno stato di emarginazione e senza riparo". 

Il 6 gennaio a Cinisello Balsamo arriva la “Motobefana” evento organizzato dal Comune in collaborazione Bfcassociation e Associazione Amici di Denise. Bikers in piazza per portare doni ai bambini ma anche all’ospedale Bassini dove i regali saranno consegnati ai piccoli degenti del reparto di pediatria.
Ancora il 6 gennaio a Roma la "Befana Solidale" promossa dall'associazione Giano Onlus per la promozione della cultura dell'invecchiamento, in collaborazione con la Uoc Geriatria dell'Ospedale Sant'Eugenio e della Federazione anziani e pensionati (Fap) delle Acli di Roma. L'iniziativa, all'insegna della solidarietà intergenerazionale, vedrà gli anziani della Fap Acli di Roma e quelli autosufficienti della struttura complessa di Geriatria dell'ospedale romano, donare agli anziani fragili ricoverati, presso la struttura di Geriatria, un regalo simbolico. Successivamente i 'nonni’ si recheranno nella struttura di Pediatria per consegnare i giocattoli acquistati con un fondo derivante dalle donazioni di Giano Onlus e di Fap Acli. "Rinnoviamo ancora una volta- dicono in una nota congiunta Giovanni Capobianco, Lidia e Borzì e Francesco De Vitalini- queste splendide iniziative e occasioni di incontro tra generazioni, in un campo di fragilità quale quello rappresentato da un ospedale, con la consapevolezza che la costruzione di ponti tra chi cura e chi è curato costituisca una possibilità di lasciare un senso alle generazioni di oggi e di domani. Pur in una giornata che vede alcuni anziani e bambini, solo transitoriamente sfortunati, nel passare la festività dell'Epifania in ospedale, la consegna di un regalo vuole rappresentare un pensiero comune di speranza e di augurio per il ritorno più precoce possibile a casa e alla propria vita attiva". "Il tema non è di esclusivo interesse geriatrico- fanno sapere dalle associazioni- ma rappresenta il cantiere per la costruzione di ponti intergenerazionali tra i vecchi di oggi e quelli che lo saranno in futuro".

Una nuova vita per i giochi usati: a Pistoia lunedì 6 gennaio con la Befana arriva anche il baratto dei giocattoli. I bambini  hanno consegnato i loro giochi a scuola e ricevuto in cambio un coupon, da esibire per ricevere un gioco. Ma anche chi non ha il tagliandino potrà partecipare al baratto, portando un gioco usato, in buone condizioni, per scambiarlo. Inoltre domani 4 gennaio al Museo del Ricamo è in programma un laboratorio per realizzare calze fatte a mano (bambini da 5 a 10 anni) 

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Redattore sociale