Nel corso del 2020 sette date proposte dai tavoli tematici. È ancora in fase di definizione, ma molti eventi sono già decisi

L’invito a “ricucire insieme l’Italia” con cui si apre l’anno di Padova Capitale europea del volontariato sarà il filo conduttore di tutti gli appuntamenti in programma nei mesi a venire.

Nel corso del 2020 sette date proposte dai tavoli tematici. È ancora in fase di definizione, ma molti eventi sono già decisi

L’invito a “ricucire insieme l’Italia” con cui si apre l’anno di Padova Capitale europea del volontariato sarà il filo conduttore di tutti gli appuntamenti in programma nei mesi a venire.

Sette si svolgeranno da febbraio fino all’autunno e sono in fase di definizione all’interno degli altrettanti tavoli di lavoro che rappresentano la dinamica partecipativa e più “cittadina” di tutto il percorso di Padova capitale. Grazie al contributo di idee di oltre 300 persone, attraverso questi appuntamenti saranno consegnati al Paese contenuti e proposte operative relativi al legame tra volontariato, terzo settore, tessuto economico e obiettivi di sviluppo sostenibile.

Dopo l’evento “20.020 ore di solidarietà”, saranno due gli appuntamenti principali della primavera. Il 17 aprile, in collaborazione con l’associazione Veneto responsabile, si realizzerà una tappa speciale del Salone sulla responsabilità sociale d’impresa che sarà l’occasione per il lancio di un laboratorio progettuale con alcuni appuntamenti itineranti, anche in altre province venete, volti a favorire l’incontro tra i mondi produttivi e il volontariato. Il 19 aprile il Charity program della Maratona di Padova sarà rinnovato e dedicato anche a celebrare la capitale europea del volontariato.

Dopo l’estate, dal 21 al 26 settembre, ritornerà l’appuntamento con Solidaria. Il Festival è forte delle due edizioni precedenti che hanno visto un coinvolgimento di oltre 50 mila persone con più di 100 eventi e la partecipazione attiva di oltre 40 volontari. Domenica 27 settembre, a conclusione di Solidaria verrà proposta una grande festa del volontariato aperta quest’anno a tutto il Veneto. Prato della Valle e le principali piazze della città ospiteranno centinaia di stand per una giornata di festa e di iniziative culturali di grande apertura.

Da settembre si entrerà nel vivo anche dello scambio di buone prassi a livello europeo con un seminario e visita studio di più giorni in collaborazione con l’Università di Padova e con un evento proposto insieme al Centro europeo del volontariato.

A dicembre l’evento di chiusura dell’anno da capitale europea del volontariato sarà l’occasione per il passaggio di consegne con Berlino, capitale 2021, e per nominare la Capitale europea del volontariato per l’anno 2022. A questi appuntamenti si aggiungeranno una molteplicità di iniziative che si stanno costruendo in queste settimane grazie all’attivazione di numerose collaborazioni con centinaia di associazioni e amministrazioni del territorio e decine di organizzazioni a livello nazionale.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)