A Mandriola il presepe artigianale racconta la nascita di Gesù in tre scene

L’opera è stata realizzata dai volontari della neonata associazione Liberamente, fondata da un gruppo di residenti del quartiere con l’obiettivo di animare il territorio con iniziative culturali, sportive e sociali.

A Mandriola il presepe artigianale racconta la nascita di Gesù in tre scene

Un presepe curato in ogni dettaglio, ideato e realizzato in due settimane di serrato lavoro grazie all’impegno e alla passione dei volontari della neonata associazione Libera Mente: quest’anno, nella Chiesa di San Giacomo Apostolo di Mandriola di Albignasego, l’allestimento della rappresentazione della Natività di Gesù è stata occasione per attivare una collaborazione fra la comunità parrocchiale e l’associazione nata da un gruppo di giovani famiglie del quartiere con l’obiettivo di animare il territorio attraverso iniziative culturali, sportive e sociali che favoriscano l’aggregazione.

Tre le scene che animano il presepe realizzato dai volontari dell’associazione: il deserto, con dune, oasi e tende beduine, che incorniciano l'arrivo dei re magi; la città di Betlemme, con una piazza molto animata e vivace, e la Natività, incastonata tra le pareti di una imponente montagna rocciosa.

Nella lavorazione, interamente artigianale, sono stati impiegati diversi tipi di materiali poveri come il sughero, il mangime, la juta. Per la realizzazione delle case e della piazza è stata utilizzata una tecnica che prevede l'incisione e la lavorazione a caldo del polistirene seguita da stuccature e colorazione a base acrilica. La scena è stata completata da un sistema di luci che ricrea il ciclo giorno-notte.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Comunicato stampa