12 luglio 2020

Sessant’anni d’amore donato e ricevuto

Ecuador. Nella primavera 2021 il rientro dei quattro missionari oggi a Duràn. Si conclude una grande storia di fede che si apre al futuro

12 luglio 2020
Mobilità. Italia, la Repubblica fondata sull’automobile

Veneto, 62 auto per cento abitanti. Italia, 65 vetture su cento persone. Roma, 70. Berlino? 29. Parigi e Amsterdam? 25. Parte da qui il nostro approfondimento sulla mobilità nell’era dell’incertezza post Covid-19, tra esigenze che mutano e un trasporto pubblico locale in ginocchio che non attrae.

L'alfabeto della politica. Può diventare una virtù che spinge a cambiare

«Non provare mai vergogna, oltre che qualcosa di patologico, è un sintomo preoccupante – scrive don Giorgio Bozza nella sua rubrica (alla penultima puntata) – perché segnala una chiusura nei confronti dell’altro, indica i confini tra me e la sua intimità, superarli significa ferire l’altrui sensibilità».

L'addio. La missione in Ecuador chiude dopo 63 anni

È una storia iniziata nel 1957, proprio nei mesi in cui veniva firmata l’enciclica Fidei donum, quella della missione padovana in Ecuador. L’idea di continuare altrove si era affacciata già nel 2008-2009, ma da qui alla primavera 2021, quando gli ultimi missionari rientreranno, ci sarà da valorizzare i frutti di questa esperienza.

Santuario del Carmine. Il Covid 19 non ferma la festa del 16 luglio

Ingressi contingentati, norme di sicurezza da rispettare, nessuna processione. Eppure, anche in quest’anno così difficile, la città di Padova non rinuncia a celebrare la Beata Vergine del Monte Carmelo nel suo santuario mariano per eccellenza: la basilica del Carmine, giovedì 16 luglio.

Salcedo. La comunità si è sentita protetta da sant’Anna

La festa patronale di sant’Anna è da tempo l’annuale punto di riferimento religioso per l’intera comunità di Salcedo, ma non solo. «Quest’anno è forte la la gratitudine alla mamma di Maria: in questi mesi di difficile isolamento e distanziamento, ha protetto la nostra comunità da un contagio significativo».

Incontro dei vicari foranei. Tre chiavi di lettura dell’esperienza

Dall’incontro dei vicari foranei con il vescovo e i vicari episcopali, che si è tenuto il 22-23 giugno a Villa Immacolata di Torreglia, mons. Sandro Panizzolo – vicario foraneo di Monselice – fa emergere tre chiavi di lettura: la narrazione ecclesiale, il discernimento comunitario e la prassi sinodale.

Settant'anni di Villa Immacolata. Fa incontrare le persone con il Signore, da sempre

Il 16 luglio 1950 cominciavano i primi esercizi spirituali nella casa di spiritualità “sul colle”: Villa Immacolata, sulle pendici nel monte Rua. Oggi, come allora, il desiderio che anima ogni iniziativa è lo stesso: far incontrare le persone con il Signore. «Questo è il centro: non vogliamo perderlo» sottolinea don Federico Giacomin.

Cinquant'anni incastonati nei settanta. La casa di spiritualità vista con gli occhi di Sante

Sante Poggese, classe 1949, la conosce bene Villa Immacolata. Qui ha lavorato per cinquant’anni, ha vissuto e continua a essere presenza fissa e costante; un volto accogliente e rasserenante, due mani che si danno da fare... senza sosta. È la memoria storica di questa oasi.

11 luglio 1995. Srebrenica, 25 anni dopo il terribile genocidio

L’11 luglio 1995 si consumava nel silenzio della comunità internazionale uno degli episodi più tremendi della guerra nella ex Jugoslavia e della storia contemporanea. Oltre 8 mila maschi musulmani dai 12 ai 77 anni furono trucidati dagli uomini del colonnello Mladic, senza che il contingente Onu olandese proteggesse i civili.

Le iniziative. Sarà un’estate al cinema nelle sale della comunità

Commedie, cinema d’essai, cortometraggi. Sale che riaprono, proiettori che si spostano in giardini e cortili attigui. Rassegne, confronti, singoli appuntamenti. La creatività delle sale della comunità sparse sul territorio diocesano non conosce limiti e le proposte per luglio e agosto non si contano.

Consorzi di bonifica. Anbi Veneto, cambio al vertice in continuità

Francesco Cazzaro, imprenditore agricolo di Villa del Conte, dove è stato sindaco, presidente del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, è il nuovo presidente di Anbi Veneto in rappresentanza di 11 realtà che controllano sotto il profilo idraulico un territorio di oltre 1 milione e centomila ettari. Il suo vice sarà Paolo Ferraresso.

Scarica gratuitamente la prima pagina di domenica 12 luglio in allegato.

Acquista la Difesa in parrocchia, in edicola o abbonati all'edizione digitale dal nostro e-shop.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Allegato primapagina20200712.pdf (2,35 MB)