I migliori anni

Il ruolo della robotica, della domotica nell’assistenza agli anziani e alle persone con disabilità cambierà molto lo scenario delle nostre società. Portando, come al solito, opportunità e rischi. E il grande punto interrogativo: che fine farà il lavoro umano? E la professionalità degli operatori? Se ne è parlato ieri al congresso nazionale Api-Colf e Federcolf in corso fino ad oggi a Roma, intitolato “La collaborazione familiare 4.0”

Si avvia a conclusione l’anno “accademico” dell’Università per il Tempo libero di Monselice, promossa dall’associazione Anteas insieme all’amministrazione comunale. Da ottobre a maggio, l’iniziativa ha proposto un calendario fittissimo di incontri, gite, uscite, visite guidate a mostre e musei e tanti momenti conviviali. Oggi si è svolta l’ultima gita in programma, a Treviso. Giovedì prossimo la festa finale con la consegna dei diplomi. E a ottobre, si ricomincia!

Otto concerti eseguiti dagli studenti del Conservatorio di musica Cesare Pollini per gli ospiti del Civitas Vitae di via Nazareth. I saggi di fine anno sono aperti a tutti gli interessati. L'iniziativa, proposta dalla Fondazione Opera Immacolata Concezione ed accolta con entusiasmo dal conservatorio, avvicina le generazioni e rappresenta per gli ospiti del centro un momento di festa e condivisione.

E’ stata inaugurata questa mattina al Civitas Vitae della Mandria la nuova Unità Riabilitativa Territoriale, una delle cosiddette strutture intermedie previste dal piano sanitario regionale, che puntano a limitare l’ospedalizzazione e ad accompagnare i pazienti per i quali non è prefigurabile un percorso domiciliare o ambulatoriale. L’obiettivo, che mette al centro la persona, è quello di ridurre o eliminare la disabilità residua dopo eventi traumatici o il riacutizzarsi di patologie croniche. 

Nata 31 anni fa per dare agli anziani di Ponte San Nicolò uno spazio adeguato dove incontrarsi, l’associazione di promozione sociale Pino Verde ha mantenuto negli anni l’obiettivo di combattere l’isolamento della terza età, ma si è arricchita di contenuti e progetti che coinvolgono attualmente oltre 400 persone. Dalla storica sede di vicolo Pasquatto, i soci sono impegnati nel trasporto sociale, ripetizioni, incontri per la prevenzione, assistenza ai malati e molto altro ancora. 

Il 7 maggio prossimo, al Civitas Vitae Angelo Ferro, si incontreranno i centenari e ultracentenari delle residenze della Fondazione Oic, del territorio e di tutte le strutture Uneba. Giunge così all’undicesima edizione la festa organizzata per la prima volta il 15 maggio 2008, quando venne fondato il Club “Over 100 – Ricomincio da zero”, con l’obiettivo di festeggiare gli anziani che hanno raggiunto e superato questo ragguardevole traguardo, valorizzandoli come risorsa per la società. Novità di quest’anno, la creazione di un decalogo con i dieci segreti della longevità. Del resto, chi meglio dei centenari e degli ultracentenari può raccontare quali sono?

Mercoledì prossimo, primo maggio, l’associazione Anteas di Selvazzano festeggerà i vent'anni di attività. A questo significativo traguardo è dedicata l’assemblea dei soci che si terrà la mattina all’hotel Piroga. Il presidente Francesco Baldin annuncerà i progetti futuri e ricorderà la storia dell’associazione e i traguardi raggiunti per venire incontro alle esigenze della terza età. Prima fra tutte combattere l’isolamento, causa principale di molte patologie, mantenersi attivi e utili alla società. 

“Le cure palliative nei centri servizi: dalla valutazione delle criticità all’utilizzo delle procedure organizzative ed operative” è il tema del corso organizzato da Uneba Veneto insieme alla Fondazione Santa Tecla, che si è tenuto nella sede della Fondazione, a Este. Uneba (Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale) è un’associazione di categoria costituita nel 1950 su ispirazione del futuro papa Paolo VI, allora arcivescovo di Milano, per raccogliere gli enti socio assistenziali di ambito cattolico. Attualmente ne conta oltre 900 a livello nazionale.  

Escursioni, spettacoli teatrali, mostre, attività motoria all'aperto nei parchi cittadini, momenti di confronto sul benessere e le buone pratiche rivolte all'anziano. Questo ed altro nel calendario del Mese dell'invecchiamento attivo, organizzato dall'Ufficio attività creative terza età del settore servizi sociali del Comune di Padova. Il programma inizierà domenica prossima con l'inaugurazione di una mostra delle opere realizzate nell'ambito dei laboratori di acquerello e ricamo, che saranno esposte al centro culturale San Gaetano.

E’ aperta fino alla fine del mese al centro Civitas Vitae Nazareth, Fondazione Oic onlus, una mostra dedicata alla vita di Gesù, dalla visita a Santa Elisabetta alla nascita fino alla crocifissione e alla resurrezione. Quattordici “stazioni” che però non costituiscono una Via Crucis, anche se proprio da una via Crucis, per quanto sognata, hanno tratto origine. La particolarità di queste opere è che sono state realizzate interamente con delle conchiglie. Fin dall’inizio l’autrice ha visto in esse delle immagini precise, che ha poi realizzato usando colle e stucchi particolari.

L’Alzheimer non ha confini sociali, economici, etnici o geografici e non è il normale risultato dell'invecchiamento. Non si può prevenire, ma si può prevenire, ma diagnosticarla precocemente aiuta a limitarne l’impatto. Per riaffermarlo, anche quest’anno Anap, Confartigianato e Ancos hanno organizzato la “Giornata Nazionale di Predizione dell'Alzheimer”. Nell’occasione è stata diffusa la ricerca “Alzheimer e anziani. Analisi di alcune evidenze su popolazione di 65 anni ed oltre”, una raccolta di dati aggiornati su malati di Alzheimer e demenze senili, con un focus su quelli territoriali per incidenza di mortalità, elaborata dall’Ufficio Studi Confartigianato impresa e riferita al 2015.

Il parlamento europeo ha approvato una nuova direttiva sul congedo parentale. Gli Stati membri dovranno offrire cinque giorni di congedo per i lavoratori che assistono un parente per problemi di salute o per infermità connesse all'età. I Paesi europei dovranno adeguarsi alle nuove norme entro tre anni. Un passo significativo verso una migliore conciliazione famiglia-lavoro.

Il progressivo invecchiamento della popolazione sta generando cambiamenti profondi anche sul fronte dell’assistenza sanitaria, sul modo di lavorare dei medici e sulle esigenze dei pazienti. Per questo, Anaao Assomed ha promosso lo studio “Padova nel 2016, una città di anziani? Quali prospettive?”, presentato al centro San Gaetano nell’ambito del convegno «Come saremo. Padova invecchia: da criticità a risorsa e nuove opportunità”. La ricerca analizza la situazione attuale e si proietta nel futuro, prevedendo nel 2026 una percentuale di anziani pari al 27,81% della popolazione.

Papa Francesco ha ricevuto gli anziani con diagnosi di demenza di Alzheimer ospiti di una Casa di riposo di Bonheiden, in Belgio. Qui il gruppo si ritrova ogni giorno per cantare e per pregare ed è nata così l'attività del coro Arcobaleno, che ha cantato per il papa poco prima dell'udienza generale. Per queste persone cantare insieme rappresenta un forte legame con il presente e quindi un modo per contrastare la malattia.