Legalità & Corruzione

Taglio del nastro a Dolo (Ve) per il Centro di documentazione e d’inchiesta sulla criminalità organizzata del Veneto (Cidv) che intende fornire un quadro aggiornato e approfondito sulle manifestazioni di criminalità organizzate presenti in Veneto. All’inaugurazione è intervento anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Prima tappa di questa staffetta è Padova che ha ospitato l’ultima edizione della Giornata della memoria e che venerdì 14 febbraio alle 15 vede accendersi la fiaccola in Prato della Valle. Il viaggio della fiaccola proseguirà poi da nord a sud toccando 25 città italiane, tra le quali Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Foggia e Locri, e si concluderà a Palermo il 18 marzo.

Sono tutti rinviati a giudizio i 45 imputati nel processo contro la costola del clan Casalesi operativa in Veneto tra il 1999 e il 2019, che non hanno optato per il rito alternativo. La prima udienza è fissata per giovedì 11 giugno.

Auser nazionale, per dare nuova vita alla pasta della legalità e della solidarietà, ha stretto un nuovo rapporto di collaborazione con la Cooperativa sociale “Lavoro e non solo” che opera su terreni e fabbricati confiscati alla mafia nei territori di Corleone e Monreale.

«Riteniamo un grave errore quello del governo che, nel Consiglio dei Ministri tenutosi ieri, ha dato il via libera alla dotazione stabile per tutti gli appartenenti alle forze dell'ordine della pistola elettrica taser, un'arma pericolosa e potenzialmente mortale, come ci dimostra la realtà dei paesi in cui è in uso». A dirlo è Patrizio Gonnella, presidente di Antigone l'associazione per i diritti e le garanzie nel sistema penale.

Dopo poco più di quattro anni di comando, il dirigente superiore della Polizia di stato Cinzia Ricciardi, lascia il compartimento Polizia stradale del Veneto di Padova per assumere la direzione del compartimento Polizia stradale per l’Emilia Romagna di Bologna. Al suo posto arriva il dott. Ottavio Aragona che tra i suoi passati incarichi annovera anche quello di Questore vicario di Milano.

Lo Spirito Santo «è quello che ti fa rimanere nel Signore è la garanzia, la forza per rimanere nel Signore». Lo ha detto il Papa, che nell’omelia della prima messa celebrata a Santa Marta nel 2020 ha messo in guardia dallo «spirito del mondo, che è anche peggio di fare un peccato. È un’atmosfera che ti rende incosciente, ti porta ad un punto che tu non sai riconoscere il bene dal male».