Operazione "Clepe et labora": coinvolte anche cooperative del padovano

Fatturazioni per operazioni inesistenti per 5,1 milioni di euro, 311 lavoratori irregolari, redditi sottratti a tassazione per 5,4 milioni di euro, contributi e ritenute non versate per 625 mila euro, 8 persone indagate e un sequestro per oltre  4 milioni di euro. Questo il risultato dell’operazione “Clepe et Labora” condotta dalla Guardia di Finanza di Pordenone su delega della Procura della Repubblica di Pordenone che hanno interessato una cooperativa facente parte di un noto gruppo operante nel Triveneto.

Operazione "Clepe et labora": coinvolte anche cooperative del padovano
Le indagini, avviate da oltre 10 mesi dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pordenone, hanno interessato una cooperativa facente parte di un noto gruppo operante in plurime Province del Triveneto in servizi di facchinaggio, movimentazione merci e servizi ecologici che per sottrarsi agli obblighi fiscali, sistematicamente annotava in contabilità costi fittizi originati da fatture per operazioni inesistenti emesse da altri enti cooperativistici a questa attigui – con sede nelle Provincie di Padova, La Spezia, Bari e...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.