Operazione "Terry”. Accertato per la prima volta il radicamento delle cosche calabresi in Veneto

Per la prima volta da un punto di vista giudiziario l’operazione “Terry” ha consentito di accertare da un lato la presenza radicata in Veneto di un gruppo criminale di origine calabrese e dall'altro che imprenditori e comuni cittadini, pienamente consapevoli dello spessore criminale delle persone con cui fanno affari, scelgono di rivolgersi a loro per risolvere ogni tipo di problematica, economica e privata, invece che agli apparati statali.

Operazione "Terry”. Accertato per la prima volta il radicamento delle cosche calabresi in Veneto
«Gli arresti di oggi – spiega don Luigi Ciotti in occasione dell'incontro con il consiglio pastorale, le fondazioni diocesane e la pastorale sociale di base, che si è tenuto martedì 12 presso il Centro studi e ricerca Filippo Franceschi di Padova – sono la dimostrazione che la mano della 'ndrangheta in Veneto è concreta e per questo è importante aver scelto Padova come piazza principale della XXIV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie in programma il prossimo 21 marzo».L'operazione...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.