Padova, ai tempi del coronavirus lo spaccio della droga sembra non avere sosta

Due persone sorprese nella stazione ferroviaria di Padova in possesso di stupefacenti. denunciati dalla polizia di stato anche per la contravvenzione ai Dpcm 8 e 9 marzo 2020

Padova, ai tempi del coronavirus lo spaccio della droga sembra non avere sosta

Nel pomeriggio di mercoledì 18 marzo, gli operatori della sezione Polizia ferroviaria di Padova hanno denunciato un nigeriano di 25 anni, residente a Vicenza, che, all’atto del controllo, ha tentato di disfarsi di un involucro, che aveva nascosto dentro le scarpe e che, prontamente  recuperato dagli agenti, è risultato contenere decine di grammi di marijuana.

Analogo controllo, eseguito nei confronti di un italiano diciannovenne, residente a Cadoneghe (Pd), ha permesso invece di rinvenire 2 grammi di eroina, nascosti all’interno dello zainetto. Data la modica quantità, per il giovane è scattata la segnalazione al Prefetto di Padova.

Entrambi dovranno rispondere anche della violazione penale dell’art. 650 cp, per aver violato le disposizioni dei due decreti concernenti lo spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale..       

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: coronavirus (79), droga (22), polizia (17), Padova (410)
Fonte: Comunicato stampa