Veneto in cloud: la Regione sceglie la nuvola di Google per digitalizzare l'amministrazione

Dalla sanità veneta all'Arpav passando per i bolli auto e l'oceano di scartoffie che ogni giorno l'amministrazione pubblica produce e digerisce, tutto finirà su cloud Google.

La rivoluzione presentata dal vicepresidente Gianluca Forcolin e dal country manager di Google Cloud Italia Fabio Fregi è molto più ampia di quello che si potrebbe immaginare: oltre 85 mila utenti vedranno il loro modo di lavorare rivoluzionato a partire dall'approccio verso i programmi.

A prescindere che ci si occupi di lavoro, urbanistica o sanità, insomma, tutti useranno gli stessi applicativi e questo dovrebbe garantire notevoli economie di scala.

Veneto in cloud: la Regione sceglie la nuvola di Google per digitalizzare l'amministrazione
Google sbarca a Venezia a bordo di una nuvola, coreografico ma rende l'idea della portata della notizia.La Regione Veneto è la prima realtà pubblica di grandi dimensioni in Italia ad essersi convertita ai servizi cloud, la tecnologia on demand che prevede la gestione degli archivi via internet e la loro elevata interattività.10,7 milioni di euro di investimento e oltre 85 mila utenti coinvoltiFinora Arpav, Veneto Lavoro e Veneto Agricoltura solo per citarne alcuni degli enti coinvolti hanno operato a compartimenti stagni,...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.